Quantcast
Dopo il blitz

Operazione contro clan mafiosi, sindacato polizia chiede rinforzi in Molise

L’operazione di Guardia di Finanza e Carabinieri contro il clan Sautto-Ciccarelli e più in generale le infiltrazioni di criminalità campana e pugliese nella nostra regionale portano il sindacato di Polizia Coisp a chiedere ulteriori rinforzi allo Stato.

Nei summit di camorra i dubbi dei clan Sautto-Ciccarelli del Parco Verde di Caivano: “Chi mette le mani sul Molise?”

Per questo il Segretario Generale Regionale del Sindacato di Polizia Coisp, Peppino Pica, ha voluto soffermarsi su alcuni aspetti evidenziando, intanto, come “sia sempre più evidente la necessità di ampliare, in termini di organici, i presidi territoriali della Polizia di Stato e delle altre forze di polizia presenti nel Molise. È necessario, poi, un ringiovanimento dei reparti maggiormente esposti al controllo del territorio le cui mansioni gravano, attualmente, su organici la cui età media risulta particolarmente elevata”.

peppino pica coisp sindacato polizia

Il Segretario del Coisp Molise ha poi affermato che la nostra regione “è una terra che deve conservare i propri valori e le proprie peculiarità. Valori, comunque, che le forze di polizia hanno sempre dimostrato di poter salvaguardare grazie soprattutto al contributo imprescindibile degli operatori del settore che con grande abnegazione e sacrificio consentono la realizzazione di strategie di prevenzione e contrasto alla criminalità. Sarà però necessario continuare a garantire sicurezza e tranquillità sociale ai cittadini molisani ed impedire quello che, al momento, potrebbe definirsi una “contaminazione” proveniente da ambienti malavitosi organizzati, limitrofi, da cui le nostre realtà sociali sono ideologicamente molto lontane”.

Inoltre, il rappresentante regionale del Coisp Molise, in riferimento alle strategie operative più idonee, da mettere in campo, ha precisato che “la capacità di individuare gli ambiti territoriali con maggiori sofferenze e le scelte delle autorità preposte nell’individuare le criticità principali, secondo priorità operative, risultano, in questo momento, quanto mai fondamentali. Sarà imprescindibile, in ogni caso, il sostegno di tutte le Istituzioni molisane alle quali il Coisp non farà mancare il proprio apporto con proprie osservazioni, indicazioni e quant’altro utile alle iniziative politiche che si vorranno eventualmente intraprendere”.

Infine, Pica ha comunicato che “il sindacato di Polizia Coisp, nell’ambito di una generale riorganizzazione della struttura organizzativa, ha nominato Segretario Generale Provinciale Aggiunto, per la provincia di Campobasso, l’Ispettore Michele Grieco, in servizio presso il Commissariato di Termoli, che si occuperà prevalentemente del basso Molise e delle particolari criticità esistenti in quel territorio. Il Dirigente sindacale fornirà il suo contributo, la sua professionalità e l’esperienza maturata anche in tutte le ulteriori iniziative sindacali regionali che verranno adottate in un contesto che appare sempre più difficile”.

leggi anche
serpico piazza pulita
Fiumi di droga e soldi
Nei summit di camorra i dubbi dei clan Sautto-Ciccarelli del Parco Verde di Caivano: “Chi mette le mani sul Molise?”
finanza-e-carabinieri-144045
Campobasso
Arrestati tre camorristi di spicco di clan campano. Traffico di cocaina da Napoli a Bojano con armi ed estorsioni
commenta