Quantcast
Serie c

Campobasso, scontro salvezza da non fallire ad Andria. Cudini ritrova i ‘titolarissimi’

I pugliesi sono cinque punti indietro in classifica e in piena zona playout. Verso il completo recupero Rossetti, Di Francesco e Tenkorang. Oltre 100 i tifosi al seguito.

Una partita che riveste un’importanza spiccata. Il Campobasso, dopo aver iniziato l’anno con il pareggio interno contro la Juve Stabia, cerca di infilare il secondo risultato utile di fila. Domani, 30 gennaio, ad Andria si gioca un vero e proprio scontro diretto: i padroni di casa sono in piena zona playout e cinque punti più giù rispetto ai molisani.

Gara delicata, non c’è dubbio, che andrà affrontata con il piglio di chi sa che dovrà combattere per portare a casa qualche punto. Evitare di perdere è l’obiettivo numero uno, proprio per non far avvicinare i biancoazzurri in classifica. Se poi dovesse essere centrato il successo pieno si tratterebbe di una mini-svolta al campionato. In effetti, tre punti proietterebbero i Lupi a quota 25.

Mister Cudini potrà recuperare pedine importanti. A partire da Mattia Rossetti, che dovrebbe guidare l’attacco rossoblù. E poi il probabile rientro dal primo minuto sia di Joshua Tenkorang che di Davide Di Francesco. E considerando il modulo avversario (3-5-2), si potrebbe optare per un 3-4-3 in cui il trio arretrato sarebbe composto da Menna, Dalmazzi e forse Sbardella che rientra dalla squalifica.

In mediana è ballottaggio tra Bontà e Tenkorang per affiancare Persia, Pace sulla mancina e Candellori sull’altra sponda. Tridente avanzato formato da uno tra Liguori e Di Francesco, Merkaj e Rossetti. In caso di 4-3-3, Fabriani prenderebbe il posto di Sbardella.

Arbitrerà il match il signor Michele Di Cairano della sezione di Ariano Irpino, assistito da Bocca di Caserta e Bonomo di Milano. Quarto ufficiale Sacchi di Macerata. Prevista una buona presenza di tifosi provenienti dal capoluogo stimati in circa 100 unità.

commenta