Quantcast

Lucito va controcorrente: con 4 bambini positivi scuole chiuse per altre due settimane

L'ordinanza del sindaco Marasca chiude materna ed elementare fino al 28 gennaio. Contagiati un bimbo dell'Infanzia e tre della Primaria, mentre il paese conta circa 25 casi, una media che condivide con la gran parte dei comuni molisani tutti interessati da casi di infezione come è "fisiologico" in questo momento praticamente ovunque.

Scuole chiuse per altre due settimane a Lucito, piccolo centro del medio Molise (600 abitanti circa) dove il sindaco Giovanni Marasca ha deciso di tenere gli alunni delle scuole dell’Infanzia e della Primaria in Dad almeno fino al 28 gennaio sebbene i casi positivi in paese si aggirino attorno ai 25.

“Cari concittadini la nostra comunità sta purtroppo vivendo un momento di grande difficoltà e apprensione per l’aumento dei contagi da Covid che si è registrato nelle ultime ore e soprattutto per la positività al test antigenico tra i bambini della scuola dell’Infanzia e Primaria”.

Sono infatti risultati positivi un alunno della scuola dell’Infanzia e tre della Primaria. Tutti e 4, inoltre, sono in attesa di tampone molecolare Asrem, secondo quanto riferisce lo stesso Marasca nella sua ordinanza. Per questo il sindaco ha disposto la chiusura delle scuole e si sta organizzando di un nuovo screening per i prossimi giorni.

“Si invita la cittadinanza alla più attenta osservanza delle misure di prevenzione e contenimento del virus, evitando di creare situazioni di condivisione di spazi e momenti di aggregazione, utilizzando sempre la mascherina (preferibilmente del tipo Ffp2) negli spazi chiusi e anche all’aperto e limitando al necessario le uscite.

Il Comune resterà a disposizione dei cittadini per tutto, ma ricordiamoci che in questa fase l’impegno di ciascuno di noi a rispettare regole e suggerimenti per il contenimento del contagio è fondamentale per difendere se stessi e gli altri.

Adesso più che mai dobbiamo dimostrare di essere una comunità forte e responsabile. Aiutateci ad aiutarvi” conclude la nota pubblicata dal Comune.

La decisione di Marasca è in controtendenza rispetto alla maggioranza dei sindaci che dopo aver tenuto le scuole chiuse in questa settimana stanno optando per il ritorno in classe da lunedì prossimo.

L’ORDINANZA