Quantcast
Termoli

Gli rubano il portafogli mentre fa il cameriere: “Ridatemi almeno i miei documenti bulgari”

L'appello di un giovane lavoratore vittima di furto: "Non per i pochi soldi, ma c'erano patente e carta d'identità del mio Paese ed è difficile rifarli"

Un cittadino bulgaro residente a Guglionesi ha subito il furto del proprio portafogli mentre lavorava come cameriere in un ristorante di Termoli nei giorni scorsi. La cosa più grave è che l’uomo, 33 anni, aveva all’interno del portafogli i suoi documenti bulgari e adesso lancia un appello per riaverli a causa delle difficoltà burocratiche per poterli rifare.

È successo nella notte fra martedì 25 e mercoledì 26 gennaio mentre l’uomo svolgeva il suo turno in un ristorante della zona più frequentata della costa molisana, in pieno centro a Termoli.

“Fra i clienti c’era una tavolata di 15 persone e il sospetto è che sia stato qualcuno di loro. Il portafogli stava nella tasca del giubbotto che era appeso in sala – riferisce la moglie dell’uomo -, mio marito se n’è accorto quando ha ripreso la giacca attorno alle 2 di notte. All’interno c’erano soltanto 30 euro ma il guaio per noi sono i documenti perché c’erano la patente e la carta d’identità bulgara, la carta d’identità e il codice fiscale italiani. Abbiamo immediatamente bloccato il bancomat ma quello che chiediamo è di poter ritrovare i documenti perché è davvero difficile adesso rifarli”.

La coppia si è rivolta ai Carabinieri di Guglionesi nella speranza di poter recuperare l’oggetto del furto. Chi ha compiuto questo gesto inqualificabile potrebbe almeno avere la coscienza di restituire i documenti bulgari alla vittima del furto.

commenta