Quantcast
A campobasso

Collane che impreziosiscono i dischi della storia musicale: l’originale mostra nella sala da tè

Vedere alcune collane sapientemente abbinate alle copertine di celebri album di musica rock, jazz e world music è stato sorprendente oltre che piacevole. Collane realizzate dalla creativa campobassana Roberta Cavaliere che espone i suoi nuovi lavori nella sala da tè più fornita, nota e longeva della città di Campobasso: Bootleg.

Presentata da Francesca e Pasqualino, titolari della tecoteca e negozio di dischi, la mostra è stata inaugurata sabato sera e ha subito trovato il favore dei presenti. Le collane, realizzate con gli sfridi, ovvero i ritagli e gli avanzi, di alcuni calzaturifici italiani, sono il frutto dell’estro di Roberta Cavaliere, non solo ceramista, con un gusto ricercato che può incontrare le preferenze più diverse. Qui l’abbinamento con un album di Nina Simone (Fodder on my wings) e con un altro lp (Easter) del Patti Smith Group.

 

Collane e orecchini sono sistemati in una vetrina che è al centro della prima sala degustazione, ma anche direttamente esposti sulle copertine dei dischi, collocati con leggerezza in un suggestivo esperimento di rivisitazione. Interessante è anche la combinazione, per colore, stile e provenienza, tra alcune creazioni e particolari té e infusi.

Per Bootleg un’altra iniziativa, organizzata nel pieno rispetto delle normative anti Covid. Due mesi fa sono stati esposti i bozzetti astratti di Mario Serra, ora la creatività made in Molise si arricchisce di un nuovo spunto. L’esposizione attuale resterà aperta fino al termine della prima settimana di febbraio.

commenta