Quantcast
I dati del ministero

Classi in Dad, ad oggi sono meno del 7%. Ma il Molise ha il dato più alto: 13.7%

Il dato è stato fornito dal Ministro dell'Istruzione Patrizio Bianchi in audizione alla Camera. La situazione regione per regione. Nel caso del Molise però potrebbe trattarsi di un mero effetto statistico

Il ministro dell’istruzione Patrizio Bianchi, in audizione alla Camera dei Deputati, ha fornito mercoledì 19 gennaio i dati aggiornati (alle 12), regione per regione, rispetto alle scuole e alla percentuale di classi in Dad. Mediamente il 93,4% delle classi è in didattica in presenza, e di queste poco più del 13% con attività integrata per singoli studenti costretti, per positività o quarantena, a seguire le lezioni a distanza.

Le classi in Dad sono dunque il 6,6%, in numero assoluto poco più di 20 mila in tutta Italia. Gli studenti per l’88,4%, nel momento cui la fotografia si riferisce, erano in classe.

Dal dettaglio regionale viene fuori però che proprio il Molise ha la percentuale di classi in dad e di sezioni in quarantena maggiore rispetto alle altre regioni d’Italia. Parliamo del 13,7% che tradotto in numeri equivale a 281 classi, delle complessive 2053 che hanno partecipato alla rilevazione.

Nessun’altra regione mostra un dato percentuale a due cifre ma è pur vero che potrebbe trattarsi di una questione meramente statistica, un effetto conseguente ai nostri piccoli numeri e al campione considerato.

Questa nel dettaglio la situazione, regione per regione, rispetto alla percentuale di classi in presenza. Una situazione – a detta anche del Ministro – molto differenziata.

Piemonte 89,4%
Lombardia 88%
Veneto 87,8%
Friuli-Venezia Giulia 90,7%
Liguria 87,1%
Emilia-Romagna 87%
Toscana 89%
Umbria 89,6%
Marche 87,5%
Lazio 89%
Abruzzo 89,7%
Molise 82,7%
Campania 90,2%
Puglia 90%
Basilicata 86,8%
Calabria 86,8%
Sicilia 83,9%
Sardegna 91,5%

commenta