Quantcast
Operazione di finanza e carabinieri

Al confine col Molise un grande blitz contro la mala albanese: oltre 20 in carcere, sequestrati bar e sala giochi

L'operazione di questa mattina compiuta da carabinieri e guardia di finanza ha smantellato un'organizzazione criminale di matrice albanese i cui membri risiedono fra Vasto e San Salvo e sono attivi nel traffico di droga e nelle estorsioni con metodo mafioso

Il blitz scattato prima dell’alba di oggi 24 gennaio fra San Salvo e Vasto ha smantellato una organizzazione criminale di matrice albanese con una delle più importanti operazioni di polizia degli ultimi anni al confine fra Abruzzo e Molise.

Dalle prime informazioni si apprende che sono state eseguite 25 ordinanze di custodia cautelare, 23 delle quali in carcere, dai finanzieri e carabinieri del comando provinciale di Chieti.

Il blitz scattato contro la mala albanese attorno alle 5 è andato avanti per alcune ore, con tanto di elicottero che ha sorvolato le due città. Oltre alle misure carcerarie, sono state effettuate numerose perquisizioni anche alla presenza di alcuni avvocati difensori, tra cui il penalista termolese Pino Sciarretta che assiste legalmente molti degli albanesi coinvolti.

Da quanto si apprende infatti l’organizzazione smantellata è prevalentemente di matrice albanese, ma gli indagati per i quali il Gip ha disposto la misura carceraria preventiva risiedono fra Vasto e San Salvo.

Sono state sequestrate anche alcune attività commerciali tra cui almeno un bar e una sala giochi con slot machine. Le ipotesi di reato sono associazione a delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti e alle estorsioni, con l’aggravante del metodo mafioso.

Dopo poche ore dall’operazione, un plauso alle forze dell’ordine è giunto pubblicamente dalla sindaca di San Salvo, Tiziana Magnacca.

tiziana magnacca san salvo

“Il risveglio nel cuore della notte del rumore dell’elicottero della Guardia di Finanza dimostra come l’impegno delle forze dell’ordine è continuo nel presidiare il territorio. La nostra città è sempre sotto il controllo di Carabinieri, Guardia di Finanza e Polizia di Stato perché la sicurezza è il primo baluardo della libertà e del benessere dei cittadini. Un’attenzione quotidiana i cui frutti sono il risultato un certosino e costante lavoro d’indagine” così la sindaca.

“Un grazie, profondo e sincero, a tutte le Forze dell’Ordine, baluardo e faro della nostra comunità per garantire, anche attraverso il nascosto lavoro di prevenzione, la tranquillità nelle strade della nostra città” ha aggiunto Magnacca nel ringraziare i comandanti provinciali della Guardia di Finanza, colonnello Serafino Fiore, e dei Carabinieri, colonnello Alceo Greco, per questa nuova attività di repressione contro la malavita.

“Attività delle Forze dell’Ordine – ha concluso – che non può esimere dal ribadire dell’importanza degli uffici giudiziari a Vasto per il concreto rischio di infiltrazioni della criminalità organizzata per la vicinanza a zone ad alta concentrazione malavitosa anche considerando le difficoltà con le quali opera la Procura della Repubblica di Vasto dove al momento ci sono solo giudici inquirenti”.

leggi anche
carabinieri elicottero
Il blitz
Droga ed estorsioni con metodo mafioso, maxi retata fra San Salvo e Vasto: arresti e perquisizioni
bar blue marine san salvo
I dettagli dell'operazione
La bomba al night e il coniglio della poliziotta squartato: violenza e armi, così spadroneggiava la mala albanese. Coinvolti tre molisani
commenta