Quantcast
La campagna

A Campobasso si torna in classe. Attese record nel secondo giorno di screening di massa

Anche oggi lunghe attese in contrada Selvapiana nella seconda giornata della campagna dedicata ai piccoli studenti che domani, 17 gennaio, rientreranno in aula in presenza. In media molti genitori hanno atteso quasi 3 ore, ma una famiglia ha aspettato oltre 5 ore prima di fare il test. L'assessore all'Istruzione Praitano: "E' stato uno screening imponente e abbiamo fatto il massimo per limitare i problemi, rivolgo un plauso ai genitori che si sono sacrificati e atteso a lungo per consentire il rientro in classe in sicurezza"

In fila per circa tre ore: anche oggi – 16 gennaio – lunghe attese per i genitori che hanno accompagnato i loro figli alla Cittadella dell’Economia di Campobasso dove si è svolta la seconda giornata dello screening rivolto ai piccoli alunni che domani rientreranno in classe in presenza e organizzato dall’amministrazione comunale che si è avvalso della collaborazione del personale della Croce Rossa.

I più sfortunati hanno dovuto aspettare anche di più: una famiglia – come ha segnalato a Primonumero – è rimasta in attesa per quasi 5 ore e mezza.

Tamponi screening alunni Campobasso

Il momento più critico, racconta chi c’era, si è vissuto attorno alle 11 , quando la coda di vetture è iniziata dalla rotonda che da contrada Selvapiana collega alla Tangenziale per snodarsi poi all’interno dell’ampio parcheggio dello stadio di contrada Selvapiana. Qui c’erano i volontari che hanno consegnato i moduli ai genitori che non erano riusciti a scaricarli dal sito del Comune per la richiesta del tampone antigenico. A presidiare l’area e a regolare il traffico erano presenti sul posto una pattuglia dei Carabinieri e una della Polizia locale.

Tamponi screening alunni Campobasso vigili urbani

Infine, l’accesso delle auto nel piazzale del polo fieristico (trasformato in hub vaccinale con la pandemia): sulla sinistra erano state posizionate le due tende della Croce Rossa, il cui personale era impegnato nel prelievo dei tamponi in modalità drive-through. “I tamponi vengono inviati all’Asrem per l’analisi e un eventuale caso di positività viene comunicato per telefono e via mail, qualora fosse stata indicata nel modulo compilato”, ci spiega un rappresentante della Croce rossa.

Fila tamponi screening alunni Campobasso

Nonostante l’impegno per organizzare la massiccia campagna di screening in vista del rientro in classe come stabilito dal sindaco Roberto Gravina, i disagi non sono mancati nemmeno oggi, nella seconda giornata. Volti stanchi e bambini stremati dalla lunga attesa. Mamme incinte che hanno dovuto attendere pazientemente il loro turno e nel frattempo provvedere anche a qualche esigenza fisiologica del proprio figlio, alunno di uno dei plessi della città, prima del test antigenico.

Oggi è la volta degli Istituti “L. Montini”, “Colozza” e ‘D’Ovidio’. 

Stamattina inoltre, in deroga al calendario previsto dall’amministrazione (che ha stabilito giorno e orario per ogni scuola coinvolta nello screening) è stato consentito anche ai genitori di alcuni alunni della primaria e dell’infanzia dell’istituto comprensivo ‘Igino Petrone’ di poter accompagnare i propri figli nell’hub di contrada Selvapiana. La ‘deroga’ è stata concessa in pratica quelle famiglie che ieri pomeriggio, mentre erano in fila per il test antigenico, sono state rimandate a casa per la sospensione dei tamponi dovuta all’imponente afflusso di auto come avrebbero comunicato dai vigili urbani che presidiavano l’area.

“Mi sono attivato immediatamente per risolvere questo problema e la sospensione è stata solo temporanea: abbiamo riattivato il servizio. Io stesso ho dato ordine di sottoporre a tampone tutti coloro che erano in fila. Alla fine credo che circa 15-20 auto siano state rimandate a casa”, chiarisce oggi a Primonumero l’assessore all’Istruzione Luca Praitano. “Oggi invece abbiamo raddoppiato le postazioni della Croce Rossa per riuscire a gestire un maggior numero di persone, chiesto alla Croce Rossa di ridurre la pausa al cambio turno che oggi sarà solo di un quarto d’ora. In più abbiamo chiesto il supporto dei vigili del fuoco per installare un gruppo elettrogeno dal momento che ieri ci sono stati altri disagi legati alla scarsa illuminazione della zona. So che ci sono state delle difficoltà, ma credo che in qualsiasi screening di massa ci siano delle attese. L’afflusso è stato imponente”. Oggi, intorno alle 12.30, erano stati effettuati già 400 tamponi. Ma secondo alcune stime il numero potrebbe superare quota mille.  

“Abbiamo fatto il massimo per limitare i problemi – sottolinea ancora Praitano – rivolgo un plauso ai genitori che si sono sacrificati e atteso a lungo per consentire il rientro in classe in sicurezza”.

leggi anche
Fila tamponi cittadella economia
Alla cittadella dell'economia
Screening scuole, a Campobasso positivi tre tamponi su 536 eseguiti
Tamponi screening alunni Campobasso
Concluso lo screening
Solo 8 contagi su oltre 1200 tamponi: a Campobasso si rientra a scuola
commenta