Quantcast
Il bollettino

29 gennaio – Un ricovero e 4 dimissioni dall’ospedale, muore un 77enne in Infettive. Arriva la pillola Pfizer

Non ce l'ha fatta un anziano termolese. Calano a 39 i ricoverati totali con Covid al Cardarelli. Positivi odierni 383, guariti 128. Da febbraio nuova arma per combattere il virus a casa

Ieri in Molise 2 ricoveri e 2 dimissioni, 364 positivi e 415 guariti.

UN DECESSO IN OSPEDALE

Non ce l’ha fatta un 77enne di Termoli che era ricoverato col virus nel reparto di Malattie Infettive. Purtroppo continuano i decessi legati alla quarta ondata Covid e in Molise dall’inizio della pandemia si contano 555 vittime.

IL BOLLETTINO DEL 29 GENNAIO

I RICOVERATI SCENDONO A 40

Deciso calo delle persone ricoverate al Cardarelli col Covid. Nelle ultime ore si registra solo l’ingresso di una persona di Vairano Patenora, paese della provincia di Caserta, ora assistita in Malattie Infettive. In compenso hanno lasciato lo stesso reparto tre cittadini: sono di Campobasso, Riccia e Sesto Campano (l’Asrem ha rettificato riguardo alla dimissione di una donna di Carpino). Dimessa dal reparto denominato Anziano fragile anche una persona di Ferrazzano. Sono ora 40 i ricoverati, così suddivisi: 3 in Terapia Intensiva, 24 in Malattie Infettive e 13 in Anziano fragile.

ATTUALMENTE POSITIVI SOPRA QUOTA 9.600

Tornano a salire gli attualmente positivi in Molise, a causa oggi di 383 contagi accertati cui si contrappongono 128 guarigioni, 48 delle quali soltanto a Bojano. I nuovi contagi sono stati rilevati in 302 casi con test antigenici e 81 tamponi molecolari. Proprio per i molecolari il tasso di positività è del 6,2% per effetto di 1.313 tamponi refertati dall’Asrem. Gli attualmente positivi sono quindi 9.619 e lo 0,4% ha bisogno di ricovero ospedaliero.

bollettino 29 gennaio 2022

ARRIVA LA PILLOLA ANTI COVID DELLA PFIZER

Sarà disponibile a febbraio la pillola anti covid della Pfizer. Proprio oggi la Commissione Tecnico Scientifica dell’Agenzia italiana del farmaco (Aifa), ha definito i criteri di utilizzo del medicinale Paxlovid, farmaco antivirale orale per la cura del Covid-19 dell’azienda Pfizer, che segue di poche settimane l’approvazione della pillola dell’azienda Merck.

Già nel dicembre 2021 il farmaco aveva ottenuto il parere favorevole della Cts per la distribuzione in emergenza e ora diverrà disponibile dalla prima settimana di febbraio 2022.

Si tratta di una medicina orale antivirale di Pfizer chiamata Paxlovid che si è dimostrata efficace nel ridurre dell’88% il rischio di ospedalizzazione e morte.

Il farmaco è indicato per il trattamento di pazienti adulti con infezione recente da Sars-Cov-2 con malattia lieve-moderata che non hanno necessità di ossigenoterapia e con condizioni cliniche concomitanti che rappresentano specifici fattori di rischio per lo sviluppo di Covid-19 in forma grave. Il trattamento con Paxlovid va iniziato entro 5 giorni dall’insorgenza dei sintomi per 5 giorni.

Ieri la Struttura Commissariale, d’intesa con il Ministero della Salute, ha concluso l’accordo con la casa farmaceutica Pfizer per la fornitura di 600 mila trattamenti completi dell’antivirale Paxlovid nel corso del 2022.

La distribuzione della prima tranche del medicinale, vale a dire 11.200 trattamenti, avverrà nella prima settimana di febbraio e sarà distribuita alle Regioni secondo le indicazioni del Ministero della Salute e dell’Aifa.

I DATI NAZIONALI

In calo per il quarto giorno consecutivo i posti letto occupati in Italia sia nelle terapie Intensive (-42) che nei reparti ordinari (-160). Purtroppo si registrano 377 decessi mentre i nuovi positivi sono 137.147 su 999.490 tamponi per un tasso di positività del 13,7%.

commenta