Quantcast
Il bollettino

28 gennaio – 2 ricoveri e 2 dimessi, più guariti che contagi. In Rianimazione dato fermo a 3, il primario: “I vaccini fanno miracoli”

Oggi si registrano 2 dimissioni ospedaliere e contestualmente 2 ricoveri (uno in Infettive e uno nel reparto Covid per Anziani). 364 nuovi casi ma 415 guarigioni: gli attualmente positivi sono in calo (come succede da giorni anche in Italia) e le Terapie intensive non mostrano peggioramenti. Il direttore Romeo Flocco conferma che il reparto non è "sotto stress" e che è tutto merito delle vaccinazioni

Ieri in Molise 392 contagi e 268 guarigioni. In ospedale 2 decessi e 3 nuovi ricoveri. 3250 le dosi di vaccino somministrate in 24 ore

2 RICOVERI MA ANCHE 2 DIMISSIONI

Bilancio dei ricoverati in pari rispetto a ieri perchè a fronte di due nuovi ingressi si registrano anche due dimissioni ospedaliere. In particolare sono stati ricoverati una persona di Campobasso (nel reparto Anziano Fragile) e una di Cantalupo nel Sannio (in Malattie Infettive). Dal reparto Covid ordinario sono però usciti due degenti: una persona di Larino e una di Sessano del Molise sono state dimesse e trasferite in un istituto riabilitativo.

La situazione ospedaliera per quanto riguarda i pazienti col Sars-Cov-2 è dunque questa: 27 i degenti in Malattie Infettive, 14 nel reparto Anziano Fragile Covid e 3 nella Terapia Intensiva.

bollettino del 28.01.2022

bollettino 28 gennaio

TRE PAZIENTI IN TERAPIA INTENSIVA, IL PRIMARIO: “IL VACCINO FA MIRACOLI SENNÒ NON STAREMMO IN QUESTA SITUAZIONE”

Sono 3 i pazienti nella Rianimazione Covid ed è questo un numero che fa del Molise una delle regioni con la minor percentuale di posti letto occupati per questa patologia sul totale delle Rianimazioni. “Ma questa è solo matematica, non entro nel merito. Io posso dire che i numeri di oggi sono gestibili con le risorse che abbiamo”.

flocco e rianimazione

I pazienti intubati sono due uomini e una donna: i primi sono entrambi trivaccinati (82 e 65 anni le loro età) mentre l’ultima non è immunizzata (65 anni). Tutti e tre, come ci conferma il dottor Romeo Flocco, hanno gravi patologie associate ma – precisa – “sono sicuramente ricoveri Covid, perchè tutti con insufficienza respiratoria dovuta alla polmonite interstiziale da Covid-19”.

agenas terapie intensive 27 gennaio

Numeri però che restano bassi, e da tempo, a conferma anche del recente andamento nazionale che vede spesso il segno meno nel saldo giornaliero tra ingressi e uscite nelle Terapie Intensive. Il primario non ha dubbi: “Il vaccino fa miracoli: senza, con i numeri di contagio ancora altissimi che abbiamo (ieri sui 170mila ma giorni fa sopra i 200mila, ndr), avremmo tutti gli ospedali saturi e così, invece, non è”. La situazione di febbraio 2021 o di marzo 2020, insomma, è per fortuna lontana. Chiaro però che un paziente con una patologia severa, pur da vaccinato, potrebbe non farcela. Flocco fa un esempio per tutti: “Se il paziente fa una terapia immuno-soppressiva per un trapianto, questa andrà ad inibire l’effetto del vaccino”.

Se dovesse essere ricoverato un nuovo paziente – il quarto – il Molise supererebbe quella che attualmente costituisce la soglia critica del 10%. Ma questi sono numeri: “Io posso dire – conclude il dirigente medico – che attualmente il mio reparto non è sotto stress”.

CALANO GLI ATTUALMENTE POSITIVI: LE GUARIGIONI SUPERANO I NUOVI CASI

Scendono a 9.365 i casi attualmente positivi in Molise: ieri erano di più ma oggi si registra un numero maggiore di guarigioni rispetto a quello dei nuovi casi accertati. Precisamente i guariti riportati nel bollettino odierno sono 415 (di cui ben 72 a Termoli); le diagnosi di positività sono invece 364, di cui solo 42 da tampone molecolare. Si segnalano 62 casi a Campobasso, 57 a Termoli e 38 a Isernia. Tutti gli altri centri registrano cifre molto inferiori.

ACCELERATA VACCINI BAMBINI, IL 36,4% HA PRIMA DOSE

Continuano a essere ottimi i dati numerici riferiti alla vaccinazione sulla fascia di età 5-11 anni, che nella giornata di giovedì ha registrato una ulteriore decisa impennata. Sono state infatti ben 1358 le dosi somministrate nei principali centri vaccinali del Molise in un solo giorno, che portano a un totale di 8.353 le somministrazioni sui bambini al di sotto dei 12 anni. Su una popolazione complessiva di 15.664 under 12 (dunque soggetti vaccinabili, dato Istat) circa 5.700 hanno la prima dose (il 36.4%, quindi più di un terzo) e quasi 2.700 anche la seconda (17,14%). Quasi un bambino su 5 dunque ha fatto anche la seconda dose in Molise, che continua ad avere i numeri tra i migliori d’Italia.

IL MONITORAGGIO: IN CALO TUTTI GLI INDICATORI

Migliorano i dati sulla pandemia, come certificato dal consueto report di monitoraggio di Iss e Ministero della Salute. L’incidenza di contagi ogni 100mila abitanti scende (nella settimana dal 21 al 27 gennaio) a 1.823 (era la settimana precedente salito a 2.011). Anche l’Rt, l’indice di trasmissibilità, passa da 1.31 a 0.97, scendendo addirittura sotto la soglia critica di 1 come non succedeva da diverso tempo.

Buone notizie anche per quanto riguarda le strutture sanitarie, sempre meno sotto stress. Il tasso di occupazione in terapia intensiva è al 16.7% (rilevazione giornaliera al 27 gennaio) a fronte del precedente 17.3% (20 gennaio). Il tasso di occupazione in aree mediche a livello nazionale è invece al 30.4% (27 gennaio) vs il 31.6% del 20 gennaio. Ad oggi il Molise ha percentuali rispettivamente dell’8% e del 23% (da qualche giorno le degenze in area medica sono in aumento ma sempre sotto la media nazionale).

I DATI NAZIONALI DI OGGI

Oggi in Italia i casi di Sars-Cov-2 riscontrati sono scesi a 143.898, per un tasso di positività (anche questo in calo) del 13.7%. I decessi in 24 ore sono stati 378 (ieri 389). Ricoveri e terapie intensive in calo per il terzo giorno consecutivo: – 57 i primi (ieri -148), – 15 le seconde (ieri -20).

 

commenta