Quantcast
Bonefro

Urla, minacce e botte contro i due poveri genitori: 25enne arrestato dai carabinieri

Maltrattava i genitori e lo faceva da tempo. Urla, minacce, aggressioni, troppo per due poveri anziani costretti a convivere con quel figlio di soli 25 anni ma continuamente adirato e violento. Accade a  Bonefro, dove il giovane è stato arrestato dai carabinieri dopo l’ennesima sfuriata contro i due poveri genitori.

In occasione di quella che è stata l’ultima aggressione, infatti, il padre del giovane non ce l’ha più fatta e in preda alla disperazione è corso nella caserma dei carabinieri di Bonefro dove ha raccontato il calvario che lui e la moglie era costretti a subite ormai da mesi.

L’uomo ha trovato la forza di denunciare il figlio, un gesto non semplice che tuttavia arriva dopo mesi e mesi di angherie e soprusi.

Dopo l’ennesimo scatto d’ira per motivi banali che in altre famiglie si risolverebbero con una chiacchierata, il ragazzo invece ha dato in escandescenze arrivando a distruggere ogni cosa finanche il presepe che i due genitori avevano allestito soltanto qualche ora prima.

Il padre a quel punto ha chiesto aiuto ai carabinieri che immediatamente si sono diretti verso l’abitazione e accertato quello che stava accadendo hanno arrestato il giovane, ancora in  preda all’ira. Con non poche difficoltà hanno calmato il venticinquenne e lo hanno portato in carcere a disposizione della Procura della Repubblica di Larino.

commenta