Quantcast
L'ordinanza

Trivento è covid free ma sindaco fissa nuove regole per bar, ristoranti e pizzerie

Non si potranno fare le ore piccole nei locali pubblici del paese: l'ordinanza del sindaco Pasquale Corallo prevede nuove misure negli orari di chiusura degli esercizi.

Da un paio di giorni Trivento è covid free. Tuttavia, visto che la prudenza non è mai troppa (come dice un noto proverbio), il sindaco Pasquale Corallo ha deciso di firmare un’ordinanza che contiene le nuove regole sugli orari di chiusura a cui si dovranno attenere bar, ristoranti e pizzerie.

Il primo cittadino ha anticipato le mosse del Governo per limitare i contagi tenendo al tempo stesso conto della proroga dello stato di emergenza decisa sempre dall’esecutivo guidato da Mario Draghi.

Il provvedimento del vertice municipale entrato in vigore lo scorso 20 dicembre non solo punta a tutelare la salute dei cittadini ma anche a salvaguardare l’incolumità pubblica e l’igiene urbana, oltre a contenere la diffusione del virus ed evitare lo spostamento dei giovani nei paesi limitrofi (dove i bar prolungano l’orario di chiusura) e l’abuso di alcol.

Nei giorni di festa non si potranno fare le ore piccole nei locali di Trivento. Fino al 31 marzo, a meno di diverse disposizioni statali o regionali, bar, ristoranti, pizzerie, pub e gelaterie (anche con vendita da asporto) dovranno chiudere a a mezzanotte dalla domenica al giovedì, mentre il venerdì e sabato potranno restare aperte fino all’una di notte. Serrande abbassate alle 2 la sera della vigilia di Natale, a Natale, il 26 e il 27 dicembre. Stessa regola (quindi chiusura alle 2) nella notte tra il1 e il 2 gennaio e nella notte dell’epifania (5-6 gennaio). Altra deroga in occasione della notte di San Silvestro quando l’orario di chiusura è stata fissata alle 3.

I locali inoltre dovranno spegnere la musica alle ore 23, sia all’interno che all’esterno degli stessi esercizi pubblici, per evitare il disturbo alla quiete pubblica. Ovviamente c’è un distinguo per la sera della vigilia di Natale, la notte tra il 25 e il 26 dicembre, quella tra il 26 e 27 dicembre, tra il 1 e il 2 gennaio e nella sera dell’Epifania quando la musica potrà restare accesa fino all’una. Dovrà essere spenta alle 2 invece nella notte dell’ultimo dell’anno.

Tutto mentre nel resto della provincia i gestori dei locali hanno iniziato ad annullare eventi e cenoni di fine anno.

L’ordinanza_n_49

leggi anche
cenone annullato
Campobasso
In arrivo nuove restrizioni per le feste, ma i locali anticipano il Governo: cancellati eventi e veglioni
commenta