Quantcast

Mappe, tour virtuali e strutture per turisti di tutti i tipi: il Molise fa un passo nel domani con Tourism4All foto

Presentati i risultati del progetto europeo transfrontaliero Italia-Croazia che ha visti coinvolti tre Comuni molisani. Petacciato, Campomarino e Montenero di Bisaccia hanno migliorato l’accessibilità di luoghi, strutture ed esperienze turistiche

Destinazioni accessibili a tutti, fatte di località da visitare, esperienze da vivere, ma anche strutture in cui soggiornare e ristoranti in cui i piatti disponibili tengono conto delle crescenti intolleranze. Di questo si è occupato il progetto ‘Tourism4All’, giunto ora al termine e i cui risultati sono stati presentati venerdì mattina 3 dicembre nel Palazzo Ducale di Petacciato. A fare gli onori di casa il vice sindaco petacciatese, Tonino Di Pardo, che ha ringraziato per la scelta in occasione della presentazione, in un luogo dal valore storico identitario come Palazzo Ducale, di recente tornato fruibile.

Tourism4All presentazione

La Regione Molise è capofila del progetto transfrontaliero dell’Unione Europea che ha visto lavorare insieme sette Comuni italiani e altrettanti croati. Per il Molise, tre dei quattro della costa adriatica, vale a dire Petacciato, Campomarino e Montenero di Bisaccia (rappresentati durante la presentazione da due rispettivi assessori al Turismo Michele D’Egidio e Loredana Dragani). Tourism4All è stato realizzato nell’arco di tre anni, con un budget complessivo di oltre 2 milioni e 596mila euro di fondi europei.

Fra i risultati, il miglioramento complessivo dell’accessibilità di dieci destinazioni turistiche. In Molise ci si è concentrati sulle cosiddette aree Sic, dalla foce del Trigno all’area di Petacciato marina, arrivando fino a un virtual tour della cripta della chiesa di Santa Maria a Campomarino. Sono stati realizzati percorsi e mappe sensoriali, oltre che interventi infrastrutturali che vanno ad ampliare la potenzialità turistica del territorio costiero.

Disponibile anche una mappa dell’accessibilità che classifica le strutture all’avanguardia da questo punto di vista nel Basso Molise, con i vari livelli di accessibilità, dalla disponibilità di parcheggi all’assenza di barriere architettoniche, dai menu che vengono incontro a chi ha intolleranze alimentari all’apertura verso turisti di ogni religione.

Tourism4All presentazione

“Gli interventi hanno mirato a rendere accessibili alcune strutture dell’area Sic” ha spiegato Maria Tirabasso dell’Ufficio Tutela Lingue minoritarie della Regione Molise. “Turismo per tutti vuol dire non solo attenzione alla disabilità ma all’accessibilità intesa come famiglie per bambini, famiglie con animali, menu per tutti”.

“Quello dell’accessibilità è un tema importantissimo” ha spiegato Nicola Pavone, Direttore del Dipartimento Promozione turistica della Regione Molise. “Questo progetto guarda molto in avanti e la Regione sta investendo anche altre risorse. Significa dare valore aggiunto alle strutture ricettive molisane”.

Per Vincenzo Cotugno, assessore regionale al Turismo, ha spronato a fare di più per la promozione turistica. “Abbiamo un brand da vendere e grandi contenuti ma serve maggiore partecipazione del territorio, le Amministrazioni comunali devono rispondere con entusiasmo maggiore, capisco le difficoltà ma siamo al loro fianco. Sulla piattaforma Visit Molise serve maggiore partecipazione di anche degli stakeholder”. Da parte sua chiaramente anche un plauso per il lavoro realizzato con Tourism4All.