Quantcast
Campobasso

L’Ordine dei medici ricorda Sergio Zarrilli: targa celebra il pediatra “generoso e gentile”

In occasione del primo anniversario della sua morte, si è svolta una cerimonia in suo ricordo. E' stata scoperta anche la targa in suo onore

Il ricordo del pediatria Sergio Zarrilli è sempre vivo nel cuore dei colleghi, dei medici, di quanti lo conoscevano perchè avevano affidato a lui la cura e la salute dei figli.

Medico di elevate qualità umane, dal 2001 al 2020, anno della sua prematura scomparsa, si è dedicato, nel Consiglio dell’Ordine, con generosità e gentilezza, alla tutela della Professione, arricchendola di valori etici e iniziative di solidarietà”. Parole incise nella targa che l’Ordine dei medici ha voluto dedicare al professionista e che è stata scoperta nel giorno in cui è stato ricordato il primo anniversario della sua morte.

Sergio Zarrilli si è spento in quella che sembrava una domenica ‘normale’, mentre passeggiava in viale Elena, una delle strade centrali di Campobasso. 

Stroncato da un malore in strada il pediatra Sergio Zarrilli. Curava i bambini molisani e anche i piccoli in Africa

“Non ci sono parole – ha dichiarato il presidente dell’Ordine dei Medici Pino De Gregorio – Vorremmo che gli arrivasse, insieme alla tristezza che proviamo dentro, il gesto”. Parole pronunciate con commozione nella cerimonia organizzata in suo ricordo nella sede di via Mazzini e preceduta da una messa in suffragio.  In sala insieme ai consiglieri OMCeO tante persone, non solo medici, per dire grazie di esserci stato. Presenti i familiari, i figli, gli amici di Nati per Leggere, gli amici di sempre e anche chi lo aveva conosciuto da poco.

La targa, posta nella sala conferenze della sede dell’Ordine per ricordare un grande medico, un collega, un amico, un grande uomo, è il segno indelebile che l’Ordine dei Medici e degli Odontoiatri della provincia di Campobasso ha voluto lasciare in onore del dottor Sergio Zarrilli.

ordine dei medici ricorda zarrilli

E’ stata scoperta insieme a Sara e Giovanni Zarrilli, anch’essi medici. “E’ sempre con noi attraverso la gente che ancora ci ferma e ce lo ricorda ogni giorno – ha detto Sara Zarrilli nel ringraziare tutti – Come lui, anche noi siamo di poche parole e vorremmo dire solo immensamente grazie”.

Toccanti i ricordi che hanno voluto esprimere i medici che gli erano più vicini, come Gennaro Barone che era anche suo caro amico personale: “Sergio aveva il dono dell’ascolto, dote preziosa e rara. Ci ha lasciato un insegnamento evidente che noi dobbiamo ricordare nel nostro modo di agire, soprattutto nella nostra professione”.

Il peso della sua assenza si è percepito fortemente dalle parole dei medici dello studio di via Pascoli: Lorenza Golinelli, Maria Vigliardi e Nunzio Colarocchio. “Non è facile per noi accettare la sua scomparsa – ha detto la dottoressa Golinelli – Lo abbiamo avuto con noi ore e ore, in quelle stanze, dal mattino alla sera, da tanti anni… E’ molto dura continuare a lavorare sapendo che quella stanza è vuota. E per ora rimarrà così, resteremo in tre, con questo vuoto enorme”.

“Sergio era una persona non giudicante – ha concluso l’amico Colarocchio che oggi porta avanti l’associazione Nati per Leggere al suo posto – Sapeva guardare chi aveva di fronte con un’accoglienza totale, rassicurante. E’ nostro compito raccogliere con umiltà il suo esempio”.

Fra l’altro al dottor Zarrilli è stata intitolata anche la sala letture della bibliomediateca di Campobasso: il medico infatti è stato uno degli animatori più vivaci nel progetto Nati per leggere che dal 1999 promuove la lettura a voce alta per bambini tra 6 mesi e 6 anni.

leggi anche
sala sergio zarrilli
La cerimonia a campobasso
La sala letture per l’infanzia porta ora il nome del dottore dei bambini Sergio Zarrilli
sergio zarrilli
L'iniziativa sabato a campobasso
In biblioteca la sala lettura per bambini sarà dedicata al pediatra Sergio Zarrilli
zarrilli
Campobasso
Una favola per Zarrilli: così Nati per leggere racconta ai bimbi perché il dottore non c’è più
sergio zarrilli
Il ricordo
L’amico dei bambini, l’uomo gentile, il medico buono: addio Sergio Zarrilli
Zarrilli
Campobasso
Stroncato da un malore in strada il pediatra Sergio Zarrilli. Curava i bambini molisani e anche i piccoli in Africa
commenta