Quantcast

Famiglia denunciata: percepiva reddito di cittadinanza ma aveva terreni e casa al mare

Rischia una condanna fino a 6 anni di reclusione e dovrà restituire circa 19mila euro per aver indebitamente percepito il sussidio. Se ne sono accorti i carabinieri

Un’intera famiglia di Mirabello è stata denunciata per aver percepito indebitamente il reddito di cittadinanza. Se ne sono accorti i carabinieri del paese a pochi chilometri da Campobasso in cui il nucleo familiare risiede e che ora rischia una condanna fino a 6 anni di reclusione.

Gli uomini dell’Arma sono riusciti ad incastrare i furbetti dopo aver rilevato false dichiarazioni sul reddito e sulla situazione patrimoniale della famiglia. La persona – una donna – che aveva presentato la domanda per ottenere il sussidio – aveva infatti omesso di comunicare il possesso di fabbricati e terreni nella provincia di Campobasso, oltre che la casa al mare. Oltre alla signora, sono stati denunciati in concorso anche due familiari conviventi.

La famiglia dovrà restituire all’Inps una somma di circa 19.000 euro illecitamente percepita e gli stessi carabinieri provvederanno a segnalare il caso all’istituto di previdenza per la sospensione dell’erogazione del sussidio. 

Non è il primo fatto di questo tipo che avviene a Mirabello. “Sono stati diversi i casi scoperti”, ricordano anche dall’Arma che nei mesi scorsi ha incastrato altri ‘furbetti’.

“Il complesso dell’attività investigativa svolta e l’attento controllo del territorio messo in atto dai carabinieri di Mirabello Sannitico – commentano dall’Arma – si inseriscono nel contesto delle linee di intervento tracciate dal Comando Compagnia di Campobasso che mirano a contrastare in modo specifico e mirato la criminalità diffusa così da incidere positivamente sul livello di sicurezza reale e su quello percepito dai cittadini”.

Fra l’altro quanto riferito oggi è avvenuto esattamente un mese dopo la conclusione delle indagini che hanno portato alla denuncia di quasi 200 persone residenti nella provincia di Campobasso che avevano percepito indebitamente il reddito.

Reddito di cittadinanza, quasi 200 indagati in Molise: un milione di euro nelle tasche sbagliate