Termoli

Emodinamica, il BassoMolise si rivolge al Consiglio di Stato contro il no del Tar Molise

Il decreto con il quale i giudici del Tar Molise hanno respinto l’istanza del sindaco di Termoli Francesco Roberti come privato cittadino e dei suoi consiglieri di maggioranza è stato impugnato in Consiglio di Stato. Gli avvocati Pino Ruta, Margherita Zezza e Massimo Romano hanno deciso di fare ricorso al secondo grado della giustizia amministrativa come ultima spiaggia, nella speranza di ribaltare una decisione che priva l’ospedale San Timoteo di Termoli, almeno per il momento, di un servizio salvavita come  il reparto di Emodinamica funzionante senza interruzioni.

Emodinamica, altra doccia fredda per il Basso Molise: Tar respinge ricorso in urgenza

La vicenda pertanto approderà a Roma a Palazzo Spada. Nel frattempo si valuta anche una denuncia alla Procura della Repubblica, cn un iter tuttavia del tutto differente e anche con una tempistica più lunga.

Nel ricorso sono stati evidenziati i motivi aggiunti che hanno già contraddistinto il terzo ricorso al Tar e contemplano anche il caso del 58enne termolese deceduto il 17 ottobre scorso, dopo una disavventura fra ospedali a causa della chiusura del reparto di Emodinamica a Termoli.

Emodinamica, nuovo capitolo davanti ai giudici: “Asrem ha disatteso impegno assunto, il disservizio è diventato cronico”

leggi anche
Ressa in consiglio di Stato
La sentenza
Il Consiglio di Stato ribalta la decisione del Tar: Emodinamica al San Timoteo deve funzionare non stop
commenta