Quantcast
Nella casa sollievo della sofferenza

È morto Salvatore D’Amico: il sindaco di Jelsi stroncato da un male incurabile

Il primo cittadino, che era anche ingegnere e docente, è spirato a 70 anni nella Casa del Sollievo di San Giovanni Rotondo. Tanti messaggi di cordoglio da parte del mondo politico. "Era una persona sincera ed amabile nonché ottimo e capace amministratore", il messaggio del presidente di Ali Molise Luigi Valente.

Salvatore d'amico jelsi

Alla fine ha perso la battaglia con un male incurabile contro cui stava lottando. Salvatore D’Amico, storico sindaco di Jelsi, ingegnere e docente in diversi istituti molisani, si è spento questa mattina (17 dicembre) nell’ospedale di San Giovanni Rotondo. Aveva 70 anni. Ad annunciare la terribile notizia che ha provocato sgomento nella comunità è stata la stessa amministrazione con un messaggio sulla pagina Facebook istituzionale: “Purtroppo questa mattina il nostro sindaco Salvatore D’Amico si è spento all’Ospedale Casa Sollievo della Sofferenza di San Giovanni Rotondo. Ai suoi familiari e ai parenti vanno le nostre più sentite condoglianze”.

Anche Ali (Autonomie Locali Italiane) Molise e l’Ufficio di Presidenza partecipa commossa al dolore che ha colpito l’intera comunità di Jelsi per la scomparsa di Salvatore D’Amico, “persona sincera ed amabile nonché ottimo e capace amministratore”. Tanti i messaggi di cordoglio da parte del mondo politico. “Sono profondamente dispiaciuto per la scomparsa di un collega capace, gentile, disponibile”, scrive il sindaco di Vinchiaturo Luigi Valente. Cordoglio anche da parte dell’amministrazione comunale di Campobasso e dal Comitato Sant’Anna di Jelsi.

Il Presidente della Provincia di Campobasso, Francesco Roberti, a nome del Consiglio Provinciale e di tutto l’ente di Palazzo Magno, esprime il proprio cordoglio per la scomparsa del sindaco di Jelsi, Salvatore D’Amico. Alla sua famiglia e alla comunità di Jelsi giungano le più sentite condoglianze. “Esprimo il mio cordoglio, stringendomi al dolore della comunità jelsese, per la scomparsa di un collega sindaco, che col lavoro a stretto contatto col territorio si è sempre fatto apprezzare dai propri concittadini. Un’opera al servizio della propria comunità che durava dal 2012”, afferma il Presidente Francesco Roberti.

Salvatore D’Amico guidava il Municipio di Jelsi da tre mandati e la sua legislatura era agli sgoccioli: il prossimo anno il paese sarebbe tornato alle urne per rinnovare l’amministrazione. Con il decesso del primo cittadino e fino alle prossime elezioni amministrative, guiderà il Comune nel ruolo di sindaco facente funzioni il suo vice Daniele Martino.

 

commenta