Quantcast
Opere pubbliche

Dissesto, aumentano risorse per il Molise: finanziati lavori per 4,1 mln in 4 Comuni

Colletorto, Isernia, Morrone del Sannio e Cercepiccola beneficeranno delle risorse aggiuntive che il Ministero della Transizione ecologica ha messo a disposizione per intervenire sulle frane e reti fognarie

Colletorto, Isernia, Morrone del Sannio e Cercepiccola: ecco i Comuni molisani che beneficeranno delle risorse aggiuntive che il Ministero della Transizione ecologica ha messo a disposizione per intervenire sul dissesto idrogeologico, tra i problemi più importanti con cui spesso le aree interne devono fare i conti. Soprattutto in un territorio fragile come il Molise, quasi totalmente interessato da movimenti franosi. Basta ricordare l’emergenza che da quasi due mesi sta vivendo Castelpizzuto.

In totale, da Roma arriveranno altre risorse economiche – pari a 4,1 milioni di euro – come annuncia l’onorevole M5S Antonio Federico che ne annuncia il trasferimento imminente.

I soldi consentiranno di realizzare opere di regimentazione delle acque superficiali e di falda lungo Corso Vittorio Emanuele a Colletorto per l’eliminazione del dissesto idrogeologico in atto e di ripristinare alcuni tratti della rete fognaria. E’ a questo piccolo comune che viene destinata la fetta più grossa del finanziamento complessivo.

“A Colletorto – spiega il parlamentare – sono destinati 2.560.000 euro per eliminare il dissesto nel centro abitato e ripristinare parte della rete fognaria. Queste risorse rappresentano un altro passo dell’iter che ho avviato nel 2019 con la segnalazione al ministero dell’Ambiente di varie criticità a Colletorto e in altre zone del Molise, tuttavia il finanziamento ha dovuto attendere lo scorrimento della graduatoria delle priorità segnalate dalla Regione Molise”.

Invece nel capoluogo pentro invece, in località San Cosma, saranno realizzati lavori di consolidamento dell’eremo dei Santi Cosma e Damiano e della relativa rupe, mentre in contrada Paradiso (sempre Isernia) saranno sistemati i movimenti franosi. In questo caso il Ministero ha assegnato complessivamente 725.000 euro, di cui 560.000 per lavori di consolidamento all’eremo dei Santi Cosma e Damiano e 165.000 per sistemare la frana lungo la strada di contrada Paradiso.

A Morrone del Sannio, nelle zone San Roberto e versante sud sud-ovest, saranno realizzate opere volte a mitigare il rischio idrogeologico. In questo caso sono stati assegnati 461.395 euro.

Mentre 350.000 euro saranno impiegati a Cercepiccola per finanziare il primo lotto degli interventi sulle frane in varie zone del comune.

“È importante sottolineare – continua il deputato M5S – che si tratta di risorse per il dissesto ulteriori rispetto a quelle già assegnate dal ministero dell’Interno o quelle contenute nel Piano nazionale di ripresa e resilienza.
Il finanziamento è previsto in ben diciotto decreti seguiti dalla sottosegretaria alla Transizione, Ilaria Fontana, che ha la delega specifica sul tema e che ringrazio. Ora però – dice ancora Antonio Federico – continuiamo a lavorare per garantire l’assegnazione di ulteriori risorse agli altri comuni in difficoltà. È fondamentale, perché la lotta al dissesto idrogeologico è la migliore azione per tutelare il territorio, rispettando ambiente e sicurezza umana: un’azione che guarda alle contingenze del presente ma pensando al futuro”.

In totale il ministero per la Transizione ecologica ha stanziato 300 milioni di euro, di cui 240 milioni già erogati al 15 dicembre, per oltre 130 interventi urgenti di mitigazione del rischio idrogeologico in tutta Italia. Il riparto alle regioni prevede 4.096.395 euro al Molise per cinque interventi in quattro comuni.

commenta