Gli aggiornamenti

1° Dicembre – 19 nuovi casi, 35 guariti e nessun ricovero. Aumentano i vaccini, effetto super green pass

4 nuovi casi A Guglionesi, 4 anche a Termoli, 2 a Isernia e Montenero. Sono complessivamente 19 le positività al covid ma nessuno è in condizioni gravi. Sono invece 35 i guariti, 19 dei quali a Isernia. Invariata la situazione al Cardarelli: restano 12 ricoverati, 9 dei quali non vaccinati e 3 vaccinati.

Ieri 30 novembre in Molise si sono registrati 27 positivi, nessun ricovero e una dimissione.

Il tasso di positività riferito alla giornata odierna è di 3,1%. Sono 19 le nuove diagnosi accertate su 608 tamponi molecolari. Si riferiscono a vari comuni tra i quali Guglionesi (+4), Termoli (+4), Montenero di Bisaccia e Isernia (+2). Non c’è stato nessun ricovero e la situazione sul fronte delle ospedalizzazioni è identica a ieri: 12 al Cardarelli, 11 in Malattie Infettive e uno in Rianimazione. Sono invece 35 i guariti 19 dei quali nella sola Isernia

INFETTIVE, UN ANNO FA DI QUESTI TEMPI C’ERANO 65 RICOVERATI, OGGI SONO 11 – Sono 11 i pazienti covid ricoverati nel reparto di malattie infettive del Cardarelli (un altro si trova in Terapia intensiva), al primo piano dell’ospedale. Ci sono ancora 4 posti liberi, e se dovesse essere necessario (chiaramente nessuno si augura che lo sia), come capitato già lo scorso anno, i pazienti saranno ospitati al quinto piano dell’ospedale. I posti avuti in dotazione due anni fa infatti non sono mai stati disattivati e sono rimasti fermi dov’erano nell’ipotesi, purtroppo confermata già una volta, di una recrudescenza dell’infezione. Ora tuttavia le cose, dati alla mano, vanno infinitamente meglio: un anno fa di questi tempi c’erano 65 pazienti in infettive, di cui più della metà con Cpap. Oggi ce ne sono 11, tutti senza Cpap.

Bollettino 1 dicembre 21

VACCINI IN ASCESA, DA LUNEDì IL GREEN PASS RAFFORZATO – Sembra essere tornata a impennarsi la richiesta di vaccinazioni in Molise. La foto in copertina documenta la coda a Termoli di questa mattina, con decine di persone in attesa di entrare in un Palairino particolarmente affollato per la somministrazione in molti casi della seconda dose e in qualche caso anche della prima. L’aumento del numero di vaccinazioni di questi ultimi giorni in Molise è dovuto, almeno in parte, a quello che viene chiamato Super Green Pass che sarà in vigore dal prossimo lunedì. Il 6 dicembre infatti, come deciso dal Consiglio dei Ministri lo scorso 24 novembre, entrerà in vigore la certificazione rafforzata che viene rilasciata soltanto a chi è vaccinato o è guarito dal covid-19. Il super green pass ha una validità di 9 mesi dall’ultima somministrazione e non è un certificato da scaricare ex novo: per vaccinati e guariti è in automatico. Il Governo sta aggiornando le applicazioni di controllo che consentiranno di capire se chi presenta un green pass lo ha ottenuto grazie a un tampone (greenpass base) oppure grazie al vaccino. In questo caso si parla di super Green pass che servirà per andare al ristorante, nei cinema e nei teatri, allo stadio, alle feste e alle cerimonie pubbliche. Basterà il green pass base invece per i mezzi pubblici, la palestra o la piscina, gli alberghi, gli aerei e gli impianti da sci.

Figliuolo chiede al Molise 1500 vaccini al giorno. Toma: “Risposta popolazione ci soddisfa, siamo al 90% di immunità”

MINISTRO SPERANZA: INCIDENZA SALE A 146 CASI PER 100MILA ABITANTI –  L’incidenza dei casi in Italia sale in base ai dati aggiornati a questa notte a 146 casi ogni 100mila abitanti, rispetto a 125 indicati dagli ultimi dati dell’Iss venerdì scorso. Lo ha detto il ministro della Salute, Roberto Speranza, durante il question time alla Camera, sottolineando però che «i numeri dell’Italia sono più bassi» rispetto al resto d’Europa.

 

 

commenta