Quantcast
Termoli

Rapinò e violentò un’anziana in casa, incastrato dal racconto della vittima e le telecamere: arrestato 28enne

I fatti risalgono all'11 agosto scorso. L'uomo di nazionalità marocchina e senza fissa dimora era entrato in casa per portare a segno un furto, sorpreso dalla vittima l'aveva aggredita e violentata. Autore di molestie sessuali anche a carico di un'altra donna, è stato incastrato dalle indagini della polizia che ha diramato le ricerche in tutt'Italia. E' stato arrestato dai carabinieri di Firenze mentre passeggiava nei dintorni di Palazzo Pitti

L’ha rapinata, aggredita e violentata. Lui è un giovane 28 anni, la vittima un’anziana signora (sull’ottantina) di Termoli. La polizia di Campobasso lo ha incastrato dopo tre mesi di indagini e nelle scorse ore i carabinieri lo hanno fermato e arrestato a Firenze dove nel frattempo l’uomo, che è un marocchino senza fissa dimora, era fuggito.

Un episodio increscioso accaduto nella città adriatica molisana ad agosto scorso e che ha lasciato sconcertati gli stessi agenti del commissariato che sul racconto, attento e preciso dell’anziana signora, hanno svolto indagini meticolose fino ad arrivare alla misura cautelare emessa dalla procura di Larino e che è stata eseguita durante un controllo dell’Arma di Firenze a carico dell’extracomunitario di passaggio nei pressi di Palazzo Pitti. L’uomo, adesso, è rinchiuso nel carcere di Sollicciano.

I fatti avvengono l’11 agosto scorso a Termoli. L’uomo entra in casa della donna che aveva lasciato la finestra socchiusa. L’obiettivo è un furto ma sorpreso dalla proprietaria dell’abitazione, il 28enne l’aggredisce e la violenta, poi afferra oro e soldi che era riuscito a scovare e fugge.

L’anziana chiama il 113. Arrivano gli agenti ai quali racconta tutto. Descrive con accuratezza di particolari quell’uomo che l’aveva rapinata e violentata e subito partono le ricerche.

Servizi di appostamento di notte con identikit alla mano, vengono esaminate ore di registrazione dei vari sistemi di videosorveglianza presenti a Termoli per riuscire a estrapolare anche un solo frame che riprendesse il volto descritto dalla signora.

E così accade. Un frame, un solo istante che becca l’uomo mentre cammina per strada, quindi l’incrocio di quell’identità con altri dati conservati nei terminali delle forze dell’ordine che tirano fuori tutti i nomi dei soggetti con precedenti di polizia controllati e sottoposti a fotosegnalamento a Termoli.

Poi arriva anche una seconda denuncia a rafforzare quella che si era trasformata in certezza investigativa: un’altra donna aveva subìto, sempre a Termoli, molestie sessuali da parte del 28enne che si era denudato davanti a lei.

Quel frame viene mostrato all’anziana vittima di rapina e violenza che riconosce il suo aguzzino. “E’ lui” dice ai poliziotti, tanto che la stessa dirigente del commissariato questa mattina in conferenza stampa a Campobasso ammette: “La collaborazione della vittima è stata preziosa. E io personalmente sono rimasta stupita dalla precisione del racconto di questa signora che ci ha permesso di lavorare e di arrivare al risultato nonostante quest’uomo fosse già fuggito lontano dal Molise”.

Le ricerche sono state quindi diramate in tutt’Italia e la notte tra il 15 ed il 16 novembre scorsi, i carabinieri lo hanno arrestato.

 

leggi anche
marocchino violenza
Termoli
Entra nel Borgo e lì violenta e rapina una signora di 80 anni: così le telecamere inchiodano l’aggressore
commenta