Quantcast
Sanità

Pos, l’opposizione di Termoli: “Toma contro il Basso Molise. Escamotage di basso livello della maggioranza Roberti”

Le minoranze in conferenza stampa attaccano il commissario e l'esecutivo del sindaco Francesco Roberti: "Grave carenza istituzionale l'assenza del presidente al Consiglio comunale. Il ricorso come privati cittadini contro il Piano operativo sanitario evidenzia la debolezza del centrodestra"

L’opposizione al Comune di Termoli si schiera per una volta tutta unita per attaccare direttamente il commissario alla Sanità Donato Toma e la maggioranza Roberti dopo la decisione comunicata in consiglio comunale di ricorrere autonomamente come privati cittadini, e quindi non istituzionalmente – contro il Piano operativo sanitario adottato dallo stesso presidente regionale.

Pos, il Comune di Termoli non lo impugna: mozione bocciata dopo ore di chiacchiere. Roberti e i suoi fanno ricorso ma da “semplici cittadini”

Una conferenza stampa congiunta nella sede termolese del Movimento 5 Stelle ha visto oggi 10 novembre la partecipazione di tutti gli esponenti dell’opposizione, quindi non solo i pentastellati, ma anche i consiglieri del centrosinistra e Marcella Stumpo della Sinistra. È stata proprio lei a prendere la parola per prima esprimendo “indignazione per l’assenza di Toma al Consiglio comunale dello scorso 4 novembre. La riteniamo una grave carenza istituzionale e un segno di indifferenza verso i destini delle persone che governa. Toma ha dimostrato di non voler rispondere alle nostre domande e di stare dall’altra parte rispetto al bene dei cittadini” ha detto Stumpo.

Quindi l’ex sindaco Angelo Sbrocca che ancora una volta ha esposto i punti nei quali il piano operativo sanitario disegna una forte riduzione dell’offerta sanitaria pubblica all’ospedale San Timoteo. “A parte l’ospedale Cardarelli, tutti gli altri in Molise diventeranno poliambulatori. Avremmo voluto rassicurazioni ed è il commissario a doverci dare queste risposte”. Quindi riguardo alla decisione di ricorrere come cittadini e non come Comune di Termoli, l’esponente del Pd ha attaccato il centro-destra: “Forse volevano metterci in difficoltà ma non ci sono riusciti e anzi hanno evidenziato la loro debolezza dimostrando di non volersi mettere contro Toma. È stato un escamotage di basso livello”.

conferenza stampa opposizione termoli m5s pd sinistra

Per Nick Di Michele “Siamo al funerale del Basso Molise perché questo piano sanitario toglie ai cittadini il diritto alla salute e a vivere sereni. Come mai quando c’era il commissario Giustini, Toma era il suo nemico giurato e ora adotta il piano realizzato proprio da Giustini?”

Anche da parte del consigliere 5 Stelle un affondo nei confronti dei consiglieri di centro-destra. “Chi vi ha chiesto di tirare fuori i soldi di tasca vostra per il ricorso? Chi viene eletto ha un mandato da espletare come amministratore pubblico”.

Rabbia e tristezza nel commento di Andrea Casolino: “Questa maggioranza dovrebbe andare a casa perché amministra con incapacità”.

leggi anche
Consiglio comunale Termoli 4 novembre
Termoli
Pos, il Comune di Termoli non lo impugna: mozione bocciata dopo ore di chiacchiere. Roberti e i suoi fanno ricorso ma da “semplici cittadini”
roberti consiglieri maggioranza
Controreplica sulla sanità
Il ricorso ‘della discordia’ contro il Pos. Il centrodestra di Termoli: “Pd artefice di questo massacro”
commenta