Quantcast

Pagamenti puntuali delle imprese ai fornitori: Molise sotto la media ma con un +4,5%

La ripresa economica del Paese è in atto e fotografata dallo studio Cribis. La nostra regione si attesta al 14esimo posto, alle spalle della Basilicata e dell’Abruzzo. Si può fare meglio. Campobasso più virtuosa di Isernia: 67esima contro 93esima posizione tra i capoluoghi italiani.

La ripresa economica del Paese è fotografata spesso, anzi sempre, da segnali ben precisi. Tra questi rientra sicuramente la puntualità dei pagamenti delle imprese: nel terzo trimestre del 2021 il trend è più che positivo, come confermato dalle Istituzioni e dagli Istituti di ricerca. Nello specifico, a settembre le aziende che pagano puntualmente i propri fornitori sono il 38%, il miglior dato degli ultimi 10 anni, in aumento del 4,1% rispetto al trimestre precedente e del 9,5% a confronto con la fine del 2019. È quanto emerge dallo Studio Pagamenti realizzato da Cribis, società del gruppo Crif specializzata nella business information.

Cosa succede in Molise? Ci si attesta su un non esaltante 27,9% (10 punti in meno rispetto alla media), in linea con le regioni del Centrosud. Ma il trend è in aumento di un buon 4,5%. In generale, bisogna registrare un 14esimo posto nella classifica nazionale, alle spalle di Basilicata e Abruzzo. Si può fare sicuramente di più.

Studio cribis pagamenti imprese ai fornitori

Guida la classifica la Lombardia (47,4%), seguita da Emilia – Romagna (46%), Veneto (45,8%), Friuli – Venezia Giulia (45,1%) e Marche (43,8%). Calabria (+10,6% rispetto a giugno), Campania (+6,4%) e Sicilia (+5,6%) sono le regioni che fanno segnare l’incremento più elevato dei pagamenti puntuali, ma nonostante questo rimangono in coda nel ranking italiano della puntualità.

In tutta Italia diminuiscono le aziende che effettuano i pagamenti con un ritardo di oltre 30 giorni, passate dal 12,8% di giugno scorso all’11,8% di settembre. In questo senso, il Molise mette in evidenza un incoraggiante -9,2%. I dati indicano un significativo consolidamento della fase di ripresa cominciata a inizio anno”, commenta Marco Preti, amministratore delegato di Cribis. Tuttavia, l’impatto negativo dell’emergenza Covid-19 sull’economia del nostro Paese non si è ancora del tutto esaurito, come testimoniato dalla crescita dei pagamenti in grave ritardo (+12,4%) rispetto a fine 2019”.

Studio cribis pagamenti imprese ai fornitori

La classifica delle province più virtuose vede in testa Brescia, seguita da Sondrio, Bergamo, Lecco e Reggio-Emilia, mentre in ultima posizione troviamo Trapani, preceduta da Reggio Calabria, Palermo, Crotone ed Enna. Campobasso fa meglio di Isernia: 67esimo posto assoluto contro il 93esimo

Per quanto riguarda i settori, i più virtuosi nei pagamenti quelli di assicurazioni e broker, dei servizi legali e dei prodotti in gomma e plastica, mentre all’ultimo posto nel ranking della puntualità dei pagamenti ci sono i settori più colpiti dalla pandemia, come bar e ristoranti, il trasporto aereo e i settori governativi.