Quantcast

Multisala di Vasto, c’è uno spiraglio. Tre proposte per riaprire il cinema a breve

La Giunta Menna lavora alla riattivazione in pochi mesi della struttura che negli anni è stata frequentata da moltissimi molisani

Si apre uno spiraglio importante per la possibile riapertura dell’unico cinema multisala nelle vicinanze del Basso Molise, vale a dire il cinema Corso di Vasto. Ci sarebbero infatti tre proposte per riaprire entro pochi mesi la struttura.

Dopo la chiusura prolungata che dall’inizio della pandemia è proseguita fino ad oggi a causa del fallimento della precedente gestione, l’Amministrazione comunale vastese guidata da Francesco Menna sta cercando di far riaprire il multisala in tempi relativamente brevi con una assegnazione provvisoria. Si tratta infatti dell’unica soluzione possibile al momento a causa della procedura fallimentare in atto.

In una delibera di Giunta datata 28 ottobre 2021 emerge che ci sono società del settore cinematografico pronte a gestire il Multisala del Corso investendo risorse per la ristrutturazione necessaria alla riapertura immediata e disponibili a offrire un canone di locazione a favore del curatore fallimentare.

Secondo quanto riporta il quotidiano online vastese ‘Zonalocale’ la Giunta Menna ha affidato all’avvocato Alfonso Mercogliano l’incarico di presentare al giudice l’istanza per assegnare temporaneamente la gestione del multisala. Al momento il Comune di Vasto si è invece opposto alla vendita della struttura.

Dopo circa 25 anni infatti Vasto, e con essa una fascia di territorio che abbraccia non solo l’ultimo tratto di costa abruzzese ma anche gran parte del Basso Molise, si trova senza un multisala, un servizio importante e diverso da quello di un cinema con sala unica. Servizio che ad esempio esiste a Campobasso dove il cinema Maestoso ha riaperto questo autunno dopo una lunga chiusura durata circa un anno in seguito alla seconda ondata covid.

pillole tempi moderni

Nello stesso periodo a Termoli ha ripreso le proiezioni anche il cinema parrocchiale Oddo che tutte le settimane offre dai due ai tre diversi film e che proprio giovedì scorso 25 novembre con la pellicola ‘Qui rido io’ di Mario Martone ha riproposto la rassegna cinematografica ‘Tempi moderni’, un appuntamento culturale che mancava ormai da quasi due anni.