Quantcast
Campobasso

Movida, il sindaco Gravina proroga le limitazioni: alcol fino alle 2

Altri trenta giorni di limitazione alla movida di Campobasso. A fronte delle continue segnalazioni di  disturbo alla quiete pubblica, il sindaco Roberto Gravina ha firmato l’ordinanza con la quale dispone la proroga di un altro mese (a partire da oggi, primo novembre) di chiusura alle 2 di notte per le attività di bar, pizzerie e ristoranti del centro cittadino. La riapertura è invece disposta come sempre alle 4:30.

Il provvedimento interessa anche gli esercizi di vicinato o laboratori artigianali, con vendita anche da asporto e di circoli privati dell’area urbana.

Come le precedenti, anche questa ordinanza nasce dall’esigenza di garantire la tranquillità, il diritto al riposo dei residenti e la sicurezza urbana. Aspetti messi a dura prova non soltanto dagli schiamazzi causati da chi abusa di sostanze alcoliche ma anche dall’abbandono di rifiuti quali contenitori in plastica e vetro “con ulteriore detrimento al decoro ed alla sicurezza dei luoghi”. Nell’ordinanza si legge anche che al consumo di alcool, in particolare da parte dei minori “si associano anche fenomeni di consumo e spaccio di sostanze stupefacenti”.

Fenomeno largamente provato dai numerosi interventi delle forze dell’ordine, frequentemente allertate dalla popolazione residente.

Pertanto i pubblici esercizi (bar, ristoranti, pizzerie, pub, gelaterie, yogurterie ed esercizi affini) siti nell’area urbana, dovranno continuare ad osservare l’orario di chiusura entro e non oltre le 2, con riapertura a partire dalle 4:30.

Per ragioni di sicurezza e decoro urbano, è vietata la vendita in contenitori di vetro, di bevande alcoliche e analcoliche da asporto, tra le 23 e le 6 ed è ammessa la vendita da asporto solo in bicchieri di plastica; è assolutamente vietata la diffusione sonora all’esterno.

Su tutto il territorio cittadino è vietata la vendita da asporto di bevande alcoliche di qualsiasi gradazione da parte dei pubblici esercizi (es. bar e ristoranti), dalle 2 alle 7; mentre gli esercizi commerciali di vendita di generi alimentari osserveranno l’orario di chiusura entro le 21,30.

commenta