Quantcast

Lupi, scontro diretto a Latina. Grande risposta dei tifosi: 300 al seguito

Il Campobasso impegnato in Lazio contro una formazione invischiata nella lotta per non retrocedere. Tanti i sostenitori per tornare a esultare fuori casa. Cudini dovrà rinunciare a Di Francesco: tridente d’attacco formato da Emmausso-Rossetti-Liguori.

Nove punti in quattro gare seguiti dai soli due in tre giornate. Il Campobasso ha avuto finora un cammino abbastanza altalenante che però è stato sufficiente per mantenere una certa soglia di sicurezza sulla zona playout. Tredici partite sono tante e danno un’idea di quello che potrebbe essere il campionato: quello dei rossoblù può riservare soddisfazioni ma anche cadute, è nel dna della squadra, giovane e sicuramente non esperta della categoria. Ma sempre propositiva e votata al gioco.

Domani, 14 novembre (ore 14.30), i Lupi saranno impegnati in una trasferta difficile. Si va a Latina, sul campo di una delle ‘pericolanti’ del girone C, da inizio stagione invischiata nella lotta per non retrocedere. Uno scontro diretto vero e proprio dal quale se possibile bisognerà uscire indenni proprio per non essere risucchiati e rimontati in classifica. Nulla di decisivo, ma un’eventuale vittoria scaccerebbe via diverse paure.

Mister Cudini sarà costretto a rinunciare di nuovo all’esterno d’attacco Di Francesco che ha avuto una ricaduta rispetto all’infortunio muscolare. Il tridente d’attacco non dovrebbe cambiare rispetto a quello che in un primo momento aveva ribaltato il Catania: Emmausso-Rossetti-Liguori. In mediana il rientro di Ladu ha giovato a tutta la squadra, Bontà e Candellori ai suoi lati hanno avuto molta più libertà di inserimento. Ma occhio a Tenkorang che è tra i rossoblù più in forma e sarà dura lasciarlo in panchina.

Diciamo pure che le note più dolenti giungono dalla difesa: si prendono troppi gol. Le colpe non sono chiaramente tutte dei difensori ma dell’intera fase di ripiegamento. L’assenza di Menna si fa sentire ma Magri sta dando il suo al fianco di Dalmazzi. Sulle corsie laterali dovrebbero agire Fabriani e Pace, con Raccichini a difendere la porta.

Arbitrerà l’incontro il signor Giorgio Vergaro di Bari, assistito da Poma di Trapali e Micalizzi di Palermo. Quarto ufficiale Madonia di Palermo. I rossoblù saranno seguiti nel Lazio da un corposo gruppo di tifosi pronti a spingerli verso un risultato positivo: si parla di circa 300 presenze.