Quantcast

Ladri nelle aziende agricole, Coldiretti rilancia: “Denunciare subito per contrastare i furti”

L'associazione, che aveva chiesto lo scorso settembre maggiori controlli dopo i furti in campagna, rincara la dose dopo l'ultimo episodio a Vinchiaturo che si è concluso positivamente per i proprietari dell'impresa: i carabinieri hanno ritrovato la refurtiva nel giro di poco tempo

L’ultimo furto in un’azienda agricola di Vinchiaturo: un trattore con il carrello, vari attrezzi e cavi di rame erano stati portati via dai ladri. Il furto non è andato a buon fine grazie al lavoro dei Carabinieri che erano stati allertati dai proprietari. La refurtiva, lasciata dai ladri nelle vicinanze dell’azienda, è stata quindi prontamente recuperata.

Questo episodio, di cui vi abbiamo riferito due giorni fa (e a cui si riferisce la foto in home, ndr), dimostra quanto sia importante denunciare i colpi messi a segno dai malviventi che spesso prendono di mira stabilimenti posti in luoghi isolati. E’ la Coldiretti a ribadirlo con il direttore regionale Aniello Ascolese: “E’ necessario denunciare subito i furti ed affidarsi con fiducia alle forze dell’ordine, fornendo loro ogni utile informazione anche su movimenti sospetti di mezzi e persone. E’ questa la strada da percorrere per arginare un fenomeno purtroppo tristemente noto anche dalle nostre parti”.

Lo scorso settembre la stesse Coldiretti aveva lanciato l’allarme e chiesto un aumento dei presidi di pubblica sicurezza dopo i raid compiuti nelle campagne della provincia di Campobasso. La stessa associazione aveva chiesto un vertice in Prefettura per pianificare maggiori controlli del territorio.

Furti in campagna, Coldiretti: “Servono più controlli del territorio”

“Nei nostri Uffici di Zona – spiega ancora il Direttore di Coldiretti – riceviamo spesso segnalazioni di sparizioni di attrezzature, materiali, ma anche di furti di prodotti fitosanitari, macchinari, trattori e furgoni, necessari per portare avanti l’attività aziendale. Spesso si tratta di ‘spedizioni’ organizzate, dove i ladri vanno a colpo sicuro, portando via in pochi minuti, anche in pieno giorno, materiali e attrezzature la cui mancanza crea un grosso danno all’azienda, specie se di dimensioni medie o piccole”.

Per Coldiretti non bisogna abbassare la guardia su questi fenomeni che mettono in difficoltà i piccoli imprenditori molisani.

“Nelle campagne – conclude Ascolese – le condizioni di isolamento rendono più facile mettere a segno furti e sparire nel nulla. Purtroppo lo smantellamento sistematico dei presidi sociali e delle forze di sicurezza non incoraggia gli imprenditori a rimanere sul territorio rurale, e questo di fatto agevola i malviventi, che hanno campo libero per mettere a segno i raid, non solo notturni, a loro danno”.