Quantcast

H2O, il sogno diventa realtà: Vanessa Cappellone convocata in Nazionale

La giovanissima atleta prenderà parte ad un collegiale con la nazionale italiana in programma a Savona tra due settimane. Le sue parole: "Pensavo fosse uno scherzo e invece era un sogno che si stava realizzando. Io credo che la chiamata della nazionale italiana è una sorta di premio per chiunque pratichi sport".

Una sirenetta azzurra nel nuoto sincronizzato che è una disciplina bellissima e spettacolare perché unisce il nuoto e la danza. Può essere definita così Vanessa Cappellone, atleta della squadra agonistica di nuoto sincronizzato in forza all’H2O. La giovanissima atleta che si allena nella piscina di Vasto gestita dalla società del presidente Tucci, seguita da Manuela Simeoni e Francesca Di Chiacchio, prenderà parte ad un collegiale con la nazionale italiana in programma a Savona tra due settimane. Un’avventura, quella nel sincro iniziata proprio grazie alla sua  allenatrice che  l’ha scoperta e l’ha inserita nella sua  squadra agonistica dell’H2O. Oggi la Cappellone è più di una certezza in una specialità molto complicata, ma che allo stesso tempo sa regalare grandi soddisfazioni.

Scendo in acqua da quando ero piccola – spiega – ho iniziato la mia avventura con il nuoto classico, poi un giorno la Simeoni vedendomi in allenamento ad Atessa mi ha proposto di entrare a far parte della sua squadra di nuoto sincronizzato ed io ho accettato di buon grado. Da allora non ho più smesso. Tanta passione, tante ore di lavoro condivise con lo staff tecnico e con le mie compagne di squadra mi hanno portato al raggiungimento di questo risultato straordinario che mi piace condividere con tutti: la mia  società l’H2O Sport , lo staff e gli atleti perché ognuno di loro ha un peso importante in questo traguardo”.

La convocazione in nazionale, si sa, ha per tutti un sapore speciale ed è stato così anche per Vanessa. “Quando la ma allenatrice mi ha comunicato che ero stata convocata non ci credevo, pensavo fosse uno scherzo e invece era un sogno che si stava realizzando. Io credo che la chiamata della nazionale italiana è una sorta di premio per chiunque pratichi sport, poter essere insieme ai migliori ti ripaga dei tanti sacrifici fatti e del lavoro svolto nel tempo. Ed è proprio quello che sta succedendo a me. Ringrazio chi ha creduto in me e mi ha dato fiducia, cercherò di lavorare sodo per arrivare all’appuntamento di Savona nelle migliori condizioni possibili. Poi lì darò tutta me stessa per fare bella figura e contribuire ad un buon risultato di squadra”.

Vanessa Cappellone nuoto sincronizzato H2O

E’ tanta anche la soddisfazione da parte della sua istruttrice Manuela Simeoni. “E’ una notizia incredibile per noi – sottolinea – siamo felicissimi perché Vanessa merita tutto questo, è una ragazza straordinaria e un’atleta esemplare che cura tutto nei  minimi dettagli senza lasciare nulla al caso. Per lei ma anche per noi, quella di Savona sarà una nuova avventura, un’esperienza da annoverare tra i ricordi più belli senza ombra di dubbio. Il confronto con le atlete azzurre e non solo, rappresenta per Vanessa un’occasione importante di crescita che certamente saprà sfruttare. Sarà bellissimo vederla all’opera nel collegiale e sono sicura che saprà farsi valere”.

Non nasconde la gioia il presidente Massimo Tucci: “Non stiamo nella pelle per la felicità: abbiamo ottenuto un traguardo prestigioso che ci rende molto orgogliosi. e mi complimento con Vanessa che oltre ad essere una  ragazza straordinaria per le sue qualità umane è molto determinata e appassionata e mi auguro che con il suo talento possa raggiungere traguardi sempre più prestigiosi.  Un grande plauso va alle sue alle sue allenatrici che ringrazio perché hanno creduto del nostro progetto e con tanto lavoro e passione hanno raggiunto questo risultato eccezionale. La nostra esperienza ventennale nel nuoto, che in questi anni ci aveva portato ai vertici nazionali anche con atleti che hanno vestito i colori azzurri, ci è  stata molto utile: partendo da zero in pochi anni siamo diventati un punto di riferimento  per tutto il movimento del sincro con un squadra numerosa e fortemente competitiva. Spero che  la convocazione in azzurro di Vanessa sia da stimolo per far crescere ancora di più il movimento del sincro in tutte le piscine gestite nostra società”.