Quantcast

Al vecchio Romagnoli apre isola ecologica per smaltire batterie e piccoli elettrodomestici

Domani l'inagurazione della ecostazione mobile: si potranno conferire rifiuti particolari come neon, medicine, toner o piccoli elettrodomestici

Spesso in casa abbiamo rifiuti che non sappiamo con smaltire: i vecchi toner, le batterie o i piccoli elettrodomestici che non funzionano più. Qualche incivile ‘preferisce’ abbandonarli in luoghi isolati producendo danni all’ambiente. Da domani a Campobasso sarà possibile conferire  tutti gli oggetti che non si possono smaltire con la normale raccolta differenziata nella nuova ecostazione che dal prossimo gennaio entrerà in piena funzione nell’area del vecchio Romagnoli. 

L’isola ecologica mobile servirà a intercettare e raccogliere rifiuti particolari (come batterie, toner e cartucce, farmaci, neon) e piccoli Raee (apparecchiature elettriche ed elettroniche). Inoltre, nella struttura gli utenti saranno informati sui temi della raccolta differenziata e sensibilizzati su riuso e riciclo.

Intanto domani, in occasione dell’inaugurazione, i cittadini potranno portare un rifiuto dalle 10 alle 13 e dalle 15:30 alle 17:30. 

L’iniziativa, si inserisce nel calendario degli eventi previsti dal Comune per la Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti, è della Sea Servizi e Ambiente spa, la municipalizzata che si occupa della raccolta dei rifiuti e dello sgombero neve.

“Con questo nuovo servizio la Sea va a incrementare ulteriormente la propria presenza operativa sul territorio, a contatto coi cittadini” spiega l’amministratore unico Stefania Tomaro, “per consolidare sempre di più il rapporto di fiducia e per facilitare lo smaltimento di quei tipi di materiale che ancora troppo spesso finiscono abbandonati lungo le strade e nelle aree verdi periferiche”.

La nuova ecostazione è una sorta di estensione itinerante del centro comunale di raccolta, che resta in ogni caso attivo e operativo senza variazioni di orari o funzioni. Questa struttura mobile, invece, è pensata per spostarsi sul territorio urbano e sostare in determinati giorni e luoghi seguendo un calendario che sarà divulgato dall’azienda tramite mezzi telematici e cartacei a partire dal 2022.

“L’avvio del servizio di “Eco-isola mobile” – sottolinea l’assessore all’Ambiente Simone Cretella – con il suo carattere itinerante, andrà ad integrarsi con l’estensione progressiva della raccolta differenziata in corso e sarà principalmente rivolto a tutti quegli utenti impossibilitati a raggiungere il centro di raccolta di Santa Maria De Foras per il conferimento dei tanti rifiuti speciali che non vanno mai conferiti nei contenitori della raccolta ordinaria”.

Allo stesso modo, gli utenti saranno debitamente informati su quanti e quali rifiuti sarà possibile conferirvi; è prevista la raccolta di tutti quei rifiuti di cui non è possibile disfarsi con la semplice raccolta differenziata, come pile esauste, farmaci scaduti, toner e cartucce d’inchiostro, tubi fluorescenti e al neon, piccoli rifiuti elettrici o elettronici.

All’occorrenza, l’isola mobile potrà accogliere, in maniera stabile o periodica, anche altre tipologie di rifiuto.