Quantcast
Il bollettino

3 novembre – 18 casi, 10 nel capoluogo. Casa di riposo Pistilli, 1 contagio ancora ma 2 guariti

Tasso di positività al 2.7%: dei 18 contagi la maggior parte a Campobasso. Ma oggi sono tanti anche i guariti (12) e i ricoveri restano stabili. Gli aggiornamenti sulla casa di riposo 'Pistilli' dove giorni fa era emerso un cluster tra anziani ospiti ed operatori

Ieri in Molise non si erano registrati nè nuovi casi, nè guarigioni, nè ricoveri

18 POSITIVI E 12 GUARITI. 10 CASI SONO A CAMPOBASSO

Su 670 tamponi processati sono emerse 18 positività al Sars-Cov-2, per un tasso di positività del 2.7%. La parte da leone va a Campobasso dove sono stati riscontrati 10 casi ed è dunque probabile che ci sia un focolaio. 4 casi anche a Ferrazzano, e poi altri a Bojano, Riccia, Ripalimosani ed Isernia. Nessuno dei nuovi contagi ha dunque riguardato il Basso Molise.

bollettino 3 novembre 21

Le 12 guarigioni riportate nel bollettino Asrem si riferiscono a persone residenti in 9 diversi comuni. In particolare ci sono un paio di guariti ciascuno per i centri di Campobasso, Palata, Portocannone. Gli altri registrano un unico caso di guarigione. Gli attualmente positivi pertanto oggi risultano essere 120.

FOCOLAIO PISTILLI, C’E’ UN ANZIANO POSITIVO IN PIU’ . TAMPONE NEGATIVO PER DUE OSPITI

Due anziani si sono negativizzati, ma c’è un altro contagio: sono le ultime notizie dopo i tamponi molecolari di controllo svolti ieri (2 novembre) dal personale Asrem nella casa di riposo ‘Don Carlo Pistilli’. La struttura di via delle Frasche a Campobasso è interessato dallo scorso 20 ottobre da un focolaio covid che coinvolge 25 anziani ospiti (3 sono ricoverati in ospedale ma per altre patologie non legate al covid) e sei operatori sanitari. Uno è risultato positivo ieri. I test molecolari hanno poi riscontrato un’altra infezione: si tratta sempre di un anziano. Anche in quest’ultimo caso il vaccino ha funzionato. “Sta abbastanza bene, compatibilmente con i problemi di salute dovuti ad altre patologie”, spiega a Primonumero il medico geriatra Mino Dentizzi, direttore della ‘Pistilli’. Si tira un primo sospiro di sollievo invece per altri due ospiti: il tampone è risultato negativo. Domani il test molecolare sarà ripetuto per accertare la definitiva guarigione di questi ultimi.

NESSUN RICOVERO DA 3 GIORNI

Stabile il dato sui ricoveri, ed è così per il terzo giorno consecutivo: ci sono dunque 5 degenti in Malattie Infettive e 1 solo in Terapia Intensiva.

VACCINO JANSSEN, VERSO IL VIA LIBERA ALLA 2° DOSE DOPO 6 MESI DALLA 1°

La Commissione tecnico scientifica (Cts) dell’Aifa, riunita da questa mattina, ha dato un parere favorevole alla dose ‘booster’ con un vaccino a mRna (dunque Pfizer o Moderna) a partire da 6 mesi dalla prima dose con il vaccino Johnson&Johnson. Sulla base dei dati scientifici disponibili, la protezione dalle forme gravi di Covid-19 e dall’ospedalizzazione rimarrebbe infatti stabile con il vaccino J&J fino a sei mesi. Previsto a strettissimo giro il via libera dell’Agenzia italiano del farmaco (Aifa) a seguito del quale si darà il via ai ‘richiami’ di chi ha fatto il monodose. In Molise hanno fatto il vaccino in questione oltre 5.900 persone.

I DATI NAZIONALI

Oggi in Italia registrati 5.188 (alcuni pregressi) contagi per un tasso di positività dello 0.7%. I decessi sono stati 63. In terapia intensiva si trovano al momento 381 pazienti, 4 in meno rispetto a ieri nel saldo tra entrate e uscite, con 31 ingressi giornalieri contro i 34 di ieri. I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono invece 3.029, 37 in più.

commenta