Quantcast

18 novembre – 25 positivi e ancora ricoveri: altre 2 persone in ospedale per covid. Il Molise non è più zona verde

Salgono a 8 complessivamente le ospedalizzazioni per virus al Cardarelli di Campobasso. Trasferiti altri due pazienti da Isernia e Larino. 25 nuovi casi a fronte di 13 guariti: 11 i comuni di residenza dei nuovi contagiati. Il Molise smette di essere zona verde

Più informazioni su

Ieri in Molise 56 contagi (tasso al 6.6%), 1 ricovero e 1 guarito

ALTRI DUE RICOVERI IN MALATTIE INFETTIVE, SONO 6 IN 3 GIORNI

Provengono da Isernia e Larino le due persone che sono state portate al Cardarelli, reparto di Malattie Infettive, per le conseguenze dell’infezione. Si tratta del quinto e sesto ricovero nel giro di tre soli giorni, laddove la settimana scorsa non c’era stata alcuna ospedalizzazione per Covid. Ora sono 7 i pazienti assistiti in Malattie Infettive e 1 in Terapia Intensiva.

25 CONTAGI, TASSO AL 3.5%. ANCORA 8 CASI A ISERNIA

25 casi positivi a fronte di 711 tamponi, per un tasso di positività del 3.5%. Questo quello che emerge dall’odierno bollettino dell’Asrem. Ancora una volta è Isernia, con 8 casi, la cittadina con l’incremento maggiore. Si segnalano poi 5 casi a Montenero di  Bisaccia, 3 a Sant’Agapito, 2 a Termoli e 1 ciascuno in altri 7 comuni del Molise.

bollettino 18 novembre

13 GUARITI, GLI ATTUALMENTE POSITIVI SONO 310

Oggi il bollettino riferisce di 13 persone guarite: 7 sono di Campobasso. Alla luce dei nuovi casi, il numero di attualmente positivi sale ancora: ora è a 310.

AUMENTA INCIDENZA CONTAGI, SOLO LA SARDEGNA RESTA ‘VERDE’ IN ITALIA

Mappa ecdc 18 novembre

Le avvisaglie c’erano tutte. Il Molise non è più regione ‘verde’ nella mappa dell’Ecdc, il centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie, e dunque perde un primato lungamente conservato. Era, giovedì scorso, una delle poche ‘isole verdi’ d’Italia e d’Europa, oggi soltanto la Sardegna resta connotata dal colore che identifica una minore incidenza di contagi. L’Italia è ormai tutta gialla con l’esclusione delle Marche, della Provincia Autonoma di Bolzano,  del Veneto e del Friuli. Il Nord-Est del Paese è difatti quello che più preoccupa, così come a preoccupare sono le Nazioni dell’Europa Orientale.

I DATI NAZIONALI

Anche oggi (come ieri) superati i 10mila casi, per l’esattezza le nuove diagnosi sono state 10.638 per un tasso di positività dell’1.7%. I decessi nelle ultime 24 ore sono stati 69 mentre continuano ad aumentare i posti letto occupati per Covid negli ospedali: +28 rispetto a ieri nelle aree mediche e +17 quelli nelle terapia intensive.

Più informazioni su