Quantcast

Treni, riapre la tratta Isernia-Roccaravindola: investiti 140 milioni di euro

Gli interventi hanno riguardato il rinnovo di 13 km di binari e traverse, di 2 deviatoi, l’adeguamento degli impianti di trazione elettrica, comando e controllo dell’infrastruttura e la realizzazione di una nuova sottostazione elettrica a Pettoranello

Da domani sarà riaperta la tratta ferroviaria Isernia-Roccaravondola. Lo ha annunciato questa mattina presso la stazione di Roccaravindola il presidente della Regione, Donato Toma.

All’incontro erano presenti anche l’assessore ai Lavori pubblici Vincenzo Niro, l’assessore ai Trasporti Quintino Pallante e il direttore della direzione operativa infrastrutture territoriale Campania e Molise di Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo Fs Italiane), Fabio Rapuano.

Gli interventi hanno riguardato il rinnovo di 13 km di binari e traverse, di 2 deviatoi, l’adeguamento degli impianti di trazione elettrica, comando e controllo dell’infrastruttura e la realizzazione di una nuova sottostazione elettrica a Pettoranello. Compiuti anche lavori di abbassamento del binario in corrispondenza di gallerie e cavalcaferrovia e di adeguamento tecnologico dei passaggi a livello, propedeutici all’elettrificazione.

Nella stazione di Isernia, è stato realizzato il nuovo Acc – Apparato Centrale Computerizzato – che sarà attivo da domenica 10 ottobre. L’apparato, avvalendosi delle più innovative tecnologie, funziona come una vera e propria “cabina di regia” che consentirà di innalzare gli standard di gestione e supervisione dell’intera linea, migliorando la qualità del servizio

La stazione di Isernia è stata interessata anche dalla realizzazione di un nuovo impianto di informazione al pubblico, con la posa di circa 25 km di cavi in fibra ottica, di nuovi marciapiedi (altezza 55 cm) secondo lo standard europeo, di una nuova pensilina sul secondo marciapiede e da interventi di modifica e potenziamento del Piano Regolatore Generale, che hanno comportato un nuovo assetto dei binari.

L’investimento complessivo del progetto di elettrificazione della linea Roccaravindola – Isernia – Campobasso è di 140 milioni di euro.

“Un primo risultato importante nella realizzazione di opere fondamentali per il Molise che, una volta a regime, segneranno una svolta nella infrastruttura di trasporto e nella logistica regionale – è stato detto durante l’incontro con i media – Grazie ad esse verranno ottimizzati i collegamenti, sarà incrementata la velocità e migliorata la qualità del servizio ferroviario offerto.  Tre gli obiettivi da raggiungere: ridurre i tempi di percorrenza con Napoli e Roma, incentivare la mobilità collettiva, generare un impatto positivo sulla vita quotidiana dei viaggiatori”.