Quantcast

Rotello è Città dell’Olio, sono 27 in Molise. “Turismo può puntare sul nostro oro verde”

Il Coordinatore regionale Antonio Franco Paglia: “Molise sempre più protagonista nella grande rete dei territori olivetati italiani”

Più informazioni su

Salgono a quota 27 le Città dell’Olio del Molise, grazie all’ingresso del Comune di Rotello in provincia di Campobasso tra i soci dell’Associazione nazionale Città dell’Olio, la grande rete che raccoglie 385 enti pubblici impegnati nella promozione dell’olio extravergine di oliva e nella valorizzazione del patrimonio olivicolo italiano, nata 25 anni fa a Larino da un’idea di Pasquale Di Lena.

“Con immenso orgoglio, desidero dare il benvenuto al Comune di Rotello e ringraziare l’amministrazione per aver dimostrato con questa adesione di avere a cuore lo sviluppo dell’olivicoltura del proprio territorio. Unendo le forze possiamo offrire un valido supporto ai produttori molisani attraverso la partecipazione alle tante iniziative che come Associazione mettiamo in campo per promuovere l’olio EVO e le bellezze del territorio. La nostra associazione nata a Larino più di 25 anni fa, sa di poter contare sulle Città dell’Olio molisane e sul coordinamento regionale nel suo impegno costante e quotidiano per la costruzione di una cultura del prodotto e del territorio, puntando su un turismo di qualità e sostenibile e legato all’oro verde” ha dichiarato Michele Sonnessa, presidente delle Città dell’Olio.

“Le Città dell’Olio del Molise sono uno dei fiori all’occhiello dell’Associazione – ha dichiarato Antonio Franco Paglia, Coordinatore regionale delle Città dell’Olio molisane –, da diversi anni il coordinamento regionale lavora attivamente sul territorio per la condivisione di un percorso comune di valorizzazione dell’olivicoltura locale”.

“Le nuove adesioni danno slancio e protagonismo alle attività del coordinamento che è da sempre al fianco degli olivicoltori molisani. La nostra è una grande storia fatta di passione e dedizione all’oro verde. E le nostre Città dell’Olio con le loro proposte di turismo dell’olio sono il più eloquente biglietto da visita per chi arriva nel nostro territorio e lo scopre per la prima volta” conclude il Vice Presidente delle Città dell’Olio Nicola Malorni.

Più informazioni su