Quantcast

Pescheria irregolare e ‘furbetti’ dei rifiuti scoperti dalla Polizia Municipale

Il bilancio del comandante dei vigili urbani di Campobasso, Luigi Greco, sull'attività svolta nei primi nove mesi dell'anno

Dai ‘furbetti’ dei rifiuti ai controlli della movida, dalle verifiche sul rispetto delle norme anti-covid fino agli accertamenti sulle attività commerciali che hanno portato ad esempio a scoprire una pescheria irregolare.

E’ un bilancio dettaglio delle attività svolte in questi ultimi nove mesi dalla Polizia Municipale di Campobasso. La sintesi del lavoro dei vigili urbani è stata fornita dal comandante Luigi Greco che parte innanzitutto dal personale impiegato per le attività di controllo relative al Covid: “Ben 1.326 le unità impiegate a questo scopo, per un totale di 9.192 persone controllate; 7.577 i veicoli controllati, mentre 4.739 sono stati gli esercizi pubblici controllati e 4.570 le autocertificazioni controllate”.

Gli agenti della Polizia locali, inoltre, hanno elevato 202 verbali (a fronte di ben 802 persone controllate) relativamente al conferimento dei rifiuti. 

Nel bilancio del comandante Greco non potevano mancare poi i controlli, in particolare nelle ore serali, mirati a garantire la sicurezza stradale.

“In totale, nei mesi da gennaio a settembre 2021, sono state – spiega Greco – 281 le pattuglie automontate impiegate per l’esecuzione di postazioni di controllo, con  56 contestazioni immediate per violazione delle norme di comportamento di cui al Titolo V del Codice della Strada. Tale dato non tiene conto delle postazioni di controllo effettuate dalle pattuglie in ordine pubblico con turno 18/24 e disposte, con ordinanza di servizio del Questore, durante le restrizioni alla libera circolazione per Covid-19, nel corso di tutti i fine settimana (venerdì e sabato), ancora in corso con controlli mirati congiunti sulle zone della movida”.

Come attività di Polizia Stradale, ben 158 sono stati i rilievi di incidenti stradali assunti, 62 di questi con feriti, 95 con danni ai mezzi e uno con esito mortale.
I verbali accertati per violazioni al Codice della strada sono stati, fino al 31 agosto, 8.689; 173 sono stati i verbali che hanno comportato decurtazioni di punti, 121 le rimozioni veicoli effettuate, 6 le patenti di guida ritirate e 5 i veicoli sequestrati.

“Ci sono stati anche accertamenti, come quello avvenuto il 3 settembre scorso e che ho condotto personalmente, – dichiara Greco – che ci hanno permesso di contestare al titolare di un esercizio commerciale (pescheria), l’avvio dell’attività di vendita al pubblico, iniziata sin dal gennaio 2013 senza aver presentato la SCIA al Comune di Campobasso, in violazione delle norme in materia previste dal d.lgs. 59/2010 (art. 65) e dal decreto Bersani d.lgs. 114/98 (artt. 7,22, comma 1). Ovviamente poi, in questo caso, con separati atti si è provveduto a notiziare il Comando Provinciale della GdF per i profili di rispettiva competenza tributaria e fiscale a carico del titolare della predetta attività.

Questi citati – ha detto il comandante Greco in conclusione – sono solo alcuni aspetti dei molteplici profili di competenza della Polizia Municipale, aspetti che troveranno adeguato spazio nella Relazione di fine anno da illustrarsi in occasione della Festa delle Polizie Municipali d’Italia che ricorre il 20 gennaio (Festa di San Sebastiano).”