Quantcast

Ospedale Gemelli Molise, c’è il contratto preliminare per la sua vendita. Ora l’ultima parola è del Governo

Entro due mesi il governo Draghi dovrà pronunciarsi sulla cessione dell'ospedale al fondo svizzero che vuole acquisirne le quote maggioritarie. La sanità resta un settore strategico e per questo bisogna ottenere un parere positivo anche a livello centrale.

Un altro passo è stato compiuto ieri a Milano verso l’acquisizione del Gemelli Molise Spa di Campobasso: la stipula del contratto preliminare tra il Policlinico universitario Agostino Gemelli Irccs e il gruppo Responsible Capital a cui potrebbe andare il pacchetto di quote maggioritarie (il 90 per cento) nel processo di cessione dell’azienda ospedaliera.

Lo hanno reso noto dall’ufficio stampa della Fondazione spiegando che “la conclusione del contratto definitivo di cessione è subordinata al verificarsi di alcune condizioni, tra cui quella legata all’eventuale esercizio del cosiddetto golden power da parte dell’Autorità governativa; ed è prevista entro il corrente anno”.

L’opzione del veto da parte del governo di Mario Draghi che ha rimescolato le carte dell’operazione (come raccontato in questo articolo) riguarda, lo ricordiamo, direttamente la vendita del Policlinico Gemelli al fondo svizzero. Il golden power o, detta in soldoni, l’ultima parola, potrebbe spettare al governo per ciò che è il ruolo pubblico dell’ospedale in questa cessione tra privati.

La sanità, del resto, è un settore strategico e di interesse nazionale per il quale Draghi potrebbe decidere di esercitare “entro l’anno” – come ricordano oggi dal Gemelli Molise – i suoi poteri speciali per mettere al riparo i servizi offerti ai molisani e a chi sceglie la nostra regione per curarsi.

“L’operazione – spiegano ancora dalla fondazione – prevede significativi elementi di continuità, in relazione alla proprietà dell’immobile, che resta in capo all’Università Cattolica del Sacro Cuore, e al concorso della Fondazione e della Facoltà di Medicina e Chirurgia “A. Gemelli” di Roma alle attività cliniche, didattiche e di ricerca della struttura ospedaliera molisana”.

Soddisfazione è stata espressa anche da Stefano Petracca, presidente di Responsible Capital: “Il nostro scopo, lo ribadiamo, è quello di rafforzare la posizione di eccellenza dell’azienda continuando a investire risorse nelle attività cliniche, didattiche e di ricerca e puntando sulla preziosa collaborazione con la Fondazione e la Facoltà di Medicina e Chirurgia “A. Gemelli”.

Golden power sull’acquisizione del Gemelli Molise. La trattativa si allunga, dossier al Ministero