Quantcast

Operai molisani senza fermata nell’area industriale Val di Sangro, incontro con la Regione

Il problema del trasporto che riguarda gli operai molisani dell’indotto Sevel continuare a rimanere senza soluzioni. Con gravi ed immaginabili ripercussioni. Gli autobus che partono dai vari comuni verso la zona industriale di Val di Sangro, da più di due anni, non effettuano più le fermate nei pressi delle numerose aziende dell’indotto Sevel, costringendo molti operai a viaggiare in auto o, nel peggiore dei casi, a trasferirsi. Si evidenzia che si tratta di una tratta giornaliera di circa 190/200 chilometri.

Il consigliere comunale di Palata Del Gesso nonché anche consigliere provinciale parla di un problema ormai vecchio che già due anni fa fu rappresentato alla Regione “ma da allora nulla è cambiato – dice – Abbiamo ripreso a parlare della questione viste le continue e fondate lamentele dei numerosi operai dell’indotto Sevel (circa 100 operai residenti in vari comuni della provincia di Campobasso, di cui circa il 10% sono cittadini di Palata) e anche grazie alla richiesta del sindaco di Trivento, Pasquale Corallo, il quale ha risollevato la problematica e ha chiesto un incontro all’assessore competente, Dott. Quintino Pallante, per affrontare il problema e magari risolverlo una volta per tutte”.

 

La differenza sta tutta tra il servizio che svolge la Sati e quello che svolge Atm. Gli operai che viaggiano con la prima ditta, infatti, hanno maggiori fermate e ognuna nei pressi di ogni azienda. Mentre chi viaggia con Atm (circa cento) hanno una sola fermata presso l’azienda Sevel (sezione Montaggio).

Il gruppo “Palata Oltre il 2020” con il sindaco di Trivento spera di trovare insieme alla Regione una soluzione. “I nostri piccoli comuni  – continua Del Gesso – sono da anni a rischio spopolamento e il lavoro, si sa, scarseggia sempre di più. Per questi motivi è necessario, almeno, garantire, a chi un lavoro ce l’ha, di poterci arrivare senza trasferirsi dal proprio comune, dove forse ha anche contratto un mutuo per acquistare una casa o, addirittura, rischiare di perdere il lavoro perché non ha possibilità di arrivare in azienda”.

L’assessore regionale Quintino Pallante che ha già incontrato il consigliere Del Gesso, si è messo a disposizione per un tavolo e probabilmente già il prossimo 20 ottobre, con il sindaco di Trivento, lo incontreranno presso la sala consiliare del comune di Trivento insieme ad una rappresentanza degli operai dei vari comuni della provincia di Campobasso per affrontare fattivamente la tematica.