Quantcast

Oltre 6300 controlli in mare e sulla costa, grande attenzione all’ambiente: il bilancio della Capitaneria

Controllo dell'ambiente marino e costiero, salvaguardia della costa, verifiche sulla navigazione, soccorsi in mare, attenzione al demanio e alle sue norme. Oggi la Capitaneria di Porto di Termoli ha tracciato il bilancio degli interventi effettuati nell'estate del 2021 nell'ambito della campagna Mare Sicuro - abbinata al numero blu 1530 – che ha visto l'impegno incessante di decine di militari e mezzi, sia terrestri che marini, sotto il coordinamento della sala operativa della Guardia Costiera, impegnata oltre che sul litorale molisano anche nell'arcipelago delle Isole Tremiti.

Più informazioni su

Ambiente al primo posto, a testimonianza di una grande sensibilità per il patrimonio marino e costiero. Ma non solo: anche rispetto delle norme demaniale, sicurezza della navigazione, soccorso alle persone in difficoltà. Oggi la Capitaneria di Porto di Termoli ha tracciato il bilancio degli interventi effettuati nell’estate del 2021 nell’ambito della campagna Mare Sicuro – abbinata al numero blu 1530 – che ha visto l’impegno incessante di decine di militari e mezzi, sia terrestri che marini, sotto il coordinamento della sala operativa della Guardia Costiera, impegnata oltre che sul litorale molisano anche nell’arcipelago delle Isole Tremiti.

Importanti i numeri emersi: 6303 i controlli svolti tra il 19 giugno e il 19 settembre, 148 i verbali amministrativi e 8 le notizie di reato emerse. Il monitoraggio della Capitaneria di porto si è concentrato, come si può vedere dall’immagine qui sotto fornita dallo stesso comando, in  settori diversi, prendendo in considerazione tuttavia in modo particolare l’ambiente.

Capitaneria bilancio 2021

Per quanto riguarda le notizie di reato, 6 si riferiscono al demanio e due invece a indagini di natura ambientale. Ecco altri numeri: quasi 100 i bagnanti e in generale le persone in difficoltà soccorse, 42 diportisti recuperati. Durante l’estate le attività di controllo sul noleggio e l’uso delle unità da diporto sono state intensificate e 13 sono state le sanzioni elevate, per un importo complessivo che supera i 30mila euro.

Il comandante Amedeo Nacarlo ha ricordato anche il salvataggio di 70 persone a bordo dello Zenit durante un viaggio di collegamento tra Termoli e le isole Tremiti, quando si è verificato un incendio nella sala macchine.

Fiamme sullo Zenit, 64 passeggeri soccorsi in mare e trasferiti su altra nave. Catamarano rimorchiato in porto

Tra gli eventi considerati di particolare rilievo c’è l’incendio di grandi dimensioni divampato nella pineta di Campomarino Lido il 2 agosto, che ha costretto decine e decine di turisti a fuggire verso il mare. 97 le persone tratte in salvo dalla Capitaneria in quel frangente, e tra loro molti bambini che si sono trovati intrappolati tra le fiamme e il mare.

Infine il ritrovamento del mezzo di sbarco delle truppe alleate con la presenza di esplosivo a bordo, scoperto sul litorale nord e che ha richiesto (e sta richiedendo ancora) l’intervento degli uomini della Guardia Costiera.

Fatti brillare a 4 miglia dal porto gli ordigni a bordo del Dukw. Ma non è finita: c’è altro esplosivo

Da non sottovalutare poi gli interventi di supporto alla tutela del fratino che popola le Dune costiere. Nell’ambito di una intensa attività ambientale il personale della capitaneria di porto di Termoli ha fornito aiuto ai volontari dell’associazione Ambiente Basso Molise per monitorare e tutelare i siti di nidificazione del fratino. Monitorati complessivamente 25 nidi per 70 uova deposte e 50 schiuse.

Capitaneria bilancio 2021

 

Più informazioni su