Quantcast

“Mi fa una ricarica sulla Postepay?” e ‘spilla’ mille euro alla sua vittima

L'uomo è stato denunciato. Inoltre sempre a Isernia i Carabinieri hanno rintracciato una delle due donne che avevano provato a rubare prodotti in vendita nascondendoli in una borsa sistemata sotto ad un passeggino

I Carabinieri di Isernia sono riusciti a rintracciarlo dopo le indagini: è stato così denunciato il truffatore che aveva raggirato una donna facendosi fare una ricarica sulla carta Postepay.

La malcapitata, che svolge il suo lavoro nell’ambito commerciale, è finita nel tranello organizzato dall’uomo che non conosceva. Quest’ultimo le aveva fatto credere di dover eseguire un’operazione di accredito sulla postepay della donna. Dunque con un abile raggiro l’aveva indotta ad effettuare un’operazione di ricarica verso una carta di pagamento intestata ad una terza persona e facendosi così accreditare una somma di circa mille euro per diverse operazioni.

carabinieri Isernia

Sempre a Isernia i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile hanno individuato la donna, di origini campane che, all’interno di un esercizio pubblico del capoluogo, con la complicità di un’amica aveva cercato di portare via la merce in vendita. I prodotti, dal valore di diverse centinaia di euro, erano stati prelevati dagli scaffali e nascosti in una borsa che era stata a sua volta sistemata sotto ad un passeggino. Gli atteggiamenti sospetti della donna erano stati notati da una dipendente che aveva dato l’allarme al 112.

Tuttavia, la malvivente era riuscita ad allontanarsi dal negozio prima dell’arrivo dei Carabinieri. Nella fuga aveva abbandonato il passeggino con la merce rubata e spintonato la commessa. Al termine delle indagini svolte dalla Sezione Operativa tra le persone già note per il loro curriculum criminale e l’esame delle immagini del sistema di videosorveglianza presente all’interno del locale, i Carabinieri hanno dato un’identità al volto della responsabile riconosciuta dalla dipendente che aveva avuto modo di vederla bene in viso. La donna è stata segnalata all’autorità giudiziaria per il reato di tentata rapina aggravata in concorso. Sono in corso ulteriori indagini per identificare l’altra complice.