Quantcast

Lupi-Bari, la carica dei 5mila per battere la capolista. Parcheggi: tutte le novità

Risposta massiccia dei tifosi rossoblù pronti a incitare la squadra contro la più forte del girone. Molisani e pugliesi torneranno ad affrontarsi a distanza di 34 anni. Gli spettatori della curva Nord dovranno parcheggiare sul lato ‘Distinti’, i cancelli dello stadio apriranno alle 12.30, due ore prima del fischio d’inizio, per evitare eccessive code.

Testa, cuore, gambe. Servirà un po’ di tutto domani, 17 ottobre, per sfornare una prestazione che rasenti la perfezione e che possa portare in dote qualche punticino. Campobasso-Bari, diciamo pure la partita più importante della stagione per i rossoblù di Cudini che sfidano la capolista, i blasonati ‘galletti’ che nella loro storia hanno militato per 76 anni tra A e B. Mica bruscolini. Occhio però al rispolverato blasone campobassano, capace di centrare imprese.

Mirko Cudini proverà a mettere in difficoltà il collega Michele Mignani a modo suo, quello che abbiamo imparato a conoscere in questi due anni e mezzo: il gioco, l’identità, l’organizzazione. E non è poco. È chiaro che poi a determinare il risultato probabilmente saranno anche le giocate personali, le invenzioni, l’episodio favorevole o sfavorevole, dipende dal punto di vista dal quale si osserva.

Lupi e biancorossi torneranno ad affrontarsi a distanza di 34 anni, e cioè dall’ultimo anno di serie B dei molisani. Che all’andata, a Selvapiana, vinsero di misura grazie al rigore trasformato da Vagheggi. Un’era calcistica fa ma viva nei ricordi dei tifosi con qualche capello grigio. Oggi la classifica dice: Bari 20, Campobasso 11. Nove punti in meno rispetto a una formazione partita a spron battuto, capace di non perderne neanche una in otto giornate.

Per quanto riguarda la probabile formazione, si dovrebbe andare verso la conferma degli undici anti-Monopoli. Raccichini tra i pali, da destra verso sinistra Fabriani, Menna, Dalmazzi e Pace, trio di centrocampo formato da Tenkorang, Bontà e Candellori, Rossetti punta centrale e ai suoi lati Di Francesco e Vitali.

Il popolo rossoblù ha risposto e continuerà a rispondere alla grande. Si va verso il ‘tutto esaurito’, previsti circa 5mila spettatori sugli spalti di cui 550 dal capoluogo pugliese. Sarà uno spettacolo di sport, calcio genuino, colori, per fortuna la serie C garantisce, grazie a queste piazze, uno spettacolo di questo tipo. Al momento rimangono biglietti nell’anello inferiore della tribuna e in tribuna centrale.

A proposito, è stata emanata un’ordinanza ad hoc, propria vista l’alta affluenza prevista. Innanzitutto, i cancelli verranno aperti alle ore 12.30, ovvero due ore prima del fischio d’inizio. Naturalmente, il consiglio è quello di arrivare in anticipo in zona stadio per facilitare le operazioni di filtraggio ed evitare assembramenti. La novità più corposo è che l’ingresso dei tifosi diretti in Curva Nord, da questa partita, avverrà esclusivamente dall’ingresso lato settore distinti, dove si dovrà parcheggiare la propria auto. Il varco adiacente la tribuna non sarà più utilizzato per l’accesso alla Curva Nord. Anche l’ingresso disabili avverrà nelle stesse modalità. Gli ingressi Tribuna rimarranno invariati.

Mappa parcheggi stadio

Prima e durante il match non si potrà transitare e sostare nell’area perimetrale dello stadio e sarà vietata la sosta lungo la strada che costeggia la Cittadella dell’Economia. Al termine della partita, per chi ha parcheggiato sui lati curva sud e tribuna, all’uscita ci sarà l’obbligo di direzione a destra, ovvero esclusivamente solo verso la Motorizzazione e non verso il centro.