Quantcast

Lite fra studenti termolesi a Pescara, sfiorata la tragedia: 21enne accoltellato dal coinquilino

È ricoverato con 50 giorni di prognosi e ferite alla testa, alla gola e al collo il ragazzo ferito con arma da taglio da un coetaneo al termine di una colluttazione. L’aggressore è stato denunciato per lesioni

Uno studente universitario termolese di 21 anni è stato accoltellato dal suo coinquilino, anche lui studente termolese di 21 anni, ed è ora ricoverato in ospedale con gravi ferite alla testa, alla gola e al collo. L’episodio è avvenuto ieri sera 11 ottobre nel quartiere di Portanuova a Pescara, in un condominio di via Vasco de Gama.

Per ragioni che la polizia sta tentando di accertare, una lite tra i due ragazzi sarebbe esplosa in una vera e propria aggressione nella quale uno dei due ha colpito l’altro con un’arma da taglio. Per fortuna i soccorsi sono arrivati in tempo e il 21enne è ricoverato nel reparto di Otorinolaringoiatria dell’ospedale Santo Spirito del capoluogo abruzzese. Non risulta essere in pericolo di vita ma la prognosi stabilita dai medici è di 50 giorni.

Ferito invece in maniera lieve e con una prognosi di tre giorni l’altro ragazzo autore dell’accoltellamento. È stato già dimesso dall’ospedale ed è stato denunciato per lesioni.

Secondo quanto si apprende i due sono studenti universitari incensurati e vivevano insieme nello stesso appartamento. Gli agenti della Squadra Volante della Questura di Pescara stanno indagando per stabilire le esatte responsabilità e i dettagli dell’aggressione, a cominciare dai motivi di una lite che poteva finire molto peggio.