Quantcast

Il Santo viaggio in famiglia: una preghiera a settimana per il cammino sinodale

Ogni settimana una scheda di preghiera in preparazione alla messa domenicale guidata dai salmi responsoriali della Liturgia della Parola con la proposta di un gesto-attività da vivere in famiglia. Inoltre, un post al giorno per accompagnare il cammino sinodale.

Più informazioni su

    diocesi anno pastorale

    l’inizio del nuovo anno pastorale e del percorso sinodale aperto da Papa Francesco, la Diocesi di Termoli-Larino propone una nuova scheda settimanale di preghiera per preparare la messa domenicale accompagnati dai salmi responsoriali della Liturgia della Parola.

    La proposta, in continuità con l’iniziativa Prepariamo il Giorno del Signore in famiglia, valorizza la celebrazione eucaristica della domenica quale luogo centrale e fondativo della vita della comunità parrocchiale con una particolare attenzione rivolta alle famiglie.

    Un cammino di comunione – il “Santo Viaggio” indicato dal vescovo Gianfranco De Luca – per entrare gradualmente nell’esperienza della vicinanza di Dio alla nostra vita, e della sua piena partecipazione al vissuto delle famiglie.

    diocesi anno pastorale

    SCHEDA SETTIMANALE. Le singole schede sono semplici ed essenziali e invitano a raccogliersi, come famiglia, per alcuni minuti, possibilmente in prossimità della domenica, per prepararsi a celebrare insieme all’intera comunità il Giorno del Signore con la specifica tonalità del tempo liturgico che viene offerto dalle preghiere del messale e dalla letture bibliche. Ogni settimana ci sarà anche una proposta di un gesto o di un’attività da condividere insieme ai propri cari tenendosi per mano.

     

    POST QUOTIDIANO. A questa iniziativa settimanale, si aggiunge una proposta quotidiana che ha come riferimento il versetto del salmo responsoriale della liturgia del giorno accompagnato da un breve spunto di riflessione curato, di mese in mese, da sacerdoti, religiosi e laici.

     

    Le schede e i post saranno diffuse sul sito della diocesi, sui canali social (Facebook, Instagram, Twitter) con l’invito a condividerle nella propria rete di contatti.

    Più informazioni su