Quantcast

Cluster alla ‘Pistilli’, Colagiovanni chiede le dimissioni del cda

Interrogazione del consigliere comunale di opposizione che chiede al sindaco Gravina di rimuovere i rappresentanti del Comune nel Cda, ossia il dottor Dentizzi e l'avvocato Testa

Far luce delle origini del cluster nella casa di riposo di via Delle Frasche, a Campobasso, che annovera una trentina di positivi, capire se siano state rispettate tutte le misure di sicurezza per evitare i contagi nella struttura: questi gli obiettivi dell’interrogazione che presenterà in Consiglio comunale l’esponente dei Popolari Salvatore Colagiovanni. E’ lo stesso consigliere dell’opposizione ad annunciare l’iniziativa volta a capire “come mai sia scoppiato un cluster alla Casa di Riposo ‘Pistilli’. Oltre venti contagi in un momento in cui l’emergenza sanitaria stava vedendo numeri ridottissimi, grazie alla campagna vaccinale, sono un dato abnorme e preoccupante, alla vigilia della stagione invernale”.

Per fortuna quasi tutti gli anziani sono asintomatici, merito della campagna vaccinale: da pochi giorni avevano ricevuto la terza dose.

Salvatore Colagiovanni

Per Colagiovanni non basta: chiederà la ‘testa’ del consiglio di amministrazione. Due rappresentanti dell’Asp (Azienda di servizi alla persona) “Don Carlo Pistilli” di via delle Frasche – da non confondere con quella di via Garibaldi – sono stati nominati nel 2019 dal sindaco Roberto Gravina. Si tratta del geriatria Mino Dentizzi e l’avvocato Mariarita Testa. 

“Chiederò, in assise civica, le dimissioni del Consiglio d’Amministrazione, che dovrà spiegare come il coronavirus sia potuto entrare all’interno della struttura – incalza Colagiovanni – considerando che strutture del genere debbano assicurare regole ferree al fine di evitare i contagi. “Occorre capire cosa sia andato storto e perché il Covid sia entrato così prepotentemente nella casa di riposo di Via delle Frasche. C’è preoccupazione e credo che un chiarimento sia opportuno, perché parliamo di strutture che ospitano persone appartenenti alle cosiddette fasce deboli”.

Dunque, conclude l’esponente dei Popolari, “l’amministrazione comunale deve dare spiegazioni in Consiglio Comunale e credo che le dimissioni del CdA siano un atto dovuto”, ha concluso Colagiovanni.

21 positivi alla casa di riposo Pistilli, 2 in ospedale. Finito lo screening dopo il caso in Chirurgia