Quantcast

Aperitivo finito male per un 71enne: incidente stradale e denuncia perchè era evaso

Nei guai anche un ragazzo di 29 anni di Campochiaro sorpreso a Bojano che guidava ubriaco e senza patente. I Carabinieri di via Croce annunciano controlli serrati per il ponte di Ognissanti

Prima di far ritorno a casa aveva deciso di andare a Trivento a bere un bicchiere. L’uomo, di 71 anni, non avrebbe potuto farlo perché era in regime di detenzione domiciliare sulla base di un provvedimento del giudice e non poteva allontanarsi dalla propria abitazione. Dopo l’aperitivo, nel rientrare casa (abitava in un paese vicino Trivento), ha perso il controllo della sua piccola utilitaria subito fuori il centro abitato ed è uscito fuori strada.

Oltre al 118 che lo ha trasportato l’anziano in ospedale per le cure del caso, sul luogo dell’incidente sono intervenuti anche i carabinieri di Trivento che hanno identificato il conducente, a loro già noto.

Inoltre, all’ospedale di Campobasso sono stati effettuati gli accertamenti tossicologici ed etilometrici: i test hanno messo in evidenza che l’uomo guidava ubriaco e presentava un tasso alcolemico di 2,7 g/l nonostante fosse trascorsa qualche ora dall’incidente. Inoltre dai successivi accertamenti, i militari hanno appurato che il 71enne era evaso dal regime di detenzione domiciliare imposto dal giudice. In pratica, sarebbe potuto uscire di casa solo dalle 10 alle 12. “Divieto del quale non si era curato – riferiscono i carabinieri – sicuro di riuscire a fare rientro a casa percorrendo strade secondarie e di riuscire a passare inosservato alle forze dell’ordine”. Tale violazione costerà all’uomo anche la denuncia per evasione oltre che quella per guida in stato di ebbrezza e il fermo amministrativo del veicolo.

Inoltre nel tardo pomeriggio di lunedì un equipaggio dell’aliquota radiomobile a Bojano ha sorpreso poco dopo le 18 un giovane di Campochiaro che guidava ubriaco. Ad insospettire i militari l’andatura a zig zag del della macchina condotta dal ragazzo che è stato fermato in prossimità del cimitero. Il 29enne è stato sottoposto ad alcoltest, dal quale è risultato un tasso alcolemico fino a 1,97 g l.

Il ragazzo era già noto ai carabinieri: lo scorso giugno gli era stata ritirata la patente di guida per un’altra infrazione e la stessa non gli era ancora stata restituita. Quindi, dovrà rispondere all’autorità giudiziaria anche per guida senza patente.

Dal comando di via Croce un nuovo appello ai cittadini: “L’incidentalità stradale può assumere connotati preoccupanti, solo domenica sera si è evitato il peggio per pura casualità”, sottolineano i carabinieri riferendosi all’incidente che è avvenuto sulla statale 87 nei pressi del caseificio Prozzo.”Il motto divertiti consapevolmente deve essere un must per tutti i giovani e meno giovani che vogliono trascorrere aperitivi o serata in serenità. I controlli saranno serrati intransigenti soprattutto con l’approssimarsi del ponte di Ognissanti”.

Violento scontro sulla statale 87, quattro feriti: 3 in ospedale