Quantcast

Antenucci cecchino a Campobasso, il Bari affonda 3-1 i rossoblù

Dopo un primo tempo finito in parità (1-1), il bomber di Roccavivara sigla la rete che spiana al Bari la strada per la vittoria. Poi Cheddira chiude il match. Rossetti prova a tenere in piedi i rossoblù firmando sul finale del primo tempo il rigore concesso per un atterramento di Tenkorang

Campobasso-Bari

Davanti ad una strepitosa cornice di pubblico, con circa cinquemila tifosi sugli spalti, il Campobasso deve arrendersi alla capolista Bari che vince nel capoluogo per 3 a 1.

È una sfida particolare, tra due club blasonati nella storia del calcio italiano. Il sodalizio pugliese punta al salto di categoria in serie B e per centrare il prestigioso traguardo il presidente Aurelio de Laurentis (lo stesso patron del Napoli) non ha badato a spese allestendo una formazione che anche allo stadio di Contrada Selvapiana dimostra tutta la sua forza e superiorità.

Gli occhi della Lega Pro oggi sono puntati sul Molise: in tribuna è presente anche il presidente Francesco Ghirelli, oltre alle telecamere di Sky e ad una folta rappresentanza di cittadini di Roccavivara giunti a Campobasso per sostenere uno dei loro compaesani attualmente più celebri: Mirko Antenucci, l’attaccante in forza proprio al Bari nonché l’autore della rete del 2 a 1 ospite.

 

La prima della classe del girone C del campionato di Lega Pro mostra subito di che pasta è fatta e dopo 4 minuti è già in vantaggio con Terranova. Pochi secondi dopo viene annullata per una posizione di fuorigioco la rete del pareggio locale firmata da Rossetti. Ospiti di nuovo pericolosi al minuto 22: D’Errico costringe agli straordinari Raccichini. Ed è ancora l’attaccante biancorosso a sciupare un’ottima occasione dopo essere sfuggito al controllo della difesa di casa. Il primo vero tiro in porta del Campobasso è al 38′ con Dalmazzi. L’iniziativa del centrale difensivo di casa ha il merito di scuotere la squadra.

Campobasso-Bari

Due minuti più tardi in un’azione offensiva Tenkorang viene atterrato in area dal portiere avversario. Per l’arbitro non ci sono dubbi: rigore netto per il Campobasso. Dal dischetto Rossetti non sbaglia e sigla il gol che tiene a galla i rossoblù (1a1). Poco prima della pausa ospiti di nuovo pericolosi con Cheddira, Raccichini esce e blocca la palla.

Al rientro dagli spogliatoi, bel tiro di Bontà (47′) di poco al lato. Il Bari potrebbe essere spietato al 53′ ma sbaglia. Tuttavia 60 secondi dopo la capolista decide che è il momento di accelerare. È Antenucci a travestirsi da cecchino: concretizza la rete del 2 a 1 per il Bari ed esulta sostenuto da una folta schiera di familiari presente in tribuna. Il Bari non si accontenta: va fuori di pochissimo la ribattuta di D’Errico che intercetta una respinta di Fabriani. Al 77′ Cheddira spegne tutte le speranze dei locali firmando il 3 a 1. Poco prima il Campobasso, che non ha mai mollato, si era fatto vedere per due volte nell’area avversaria sfiorando il gol con Rossetti (66′) e Liguori (75′). Mister Cudini prova anche a cambiare le carte in tavola per cercare di riequilibrare l’incontro, si rivede dopo tanto tempo anche l’attaccante Parigi. Ma non basta, il Bari potrebbe dilagare con Paponi nel recupero.

Per il Campobasso un pizzico di delusione ma Bontà e compagni escono dal campo accompagnati dagli applausi dei tifosi. Testa ora a mercoledì, alla partita a Torre del Greco contro la Turris.

CAMPOBASSO 1- BARI 3

CAMPOBASSO: Raccichini; Fabriani, Menna, Dalmazzi, Pace (76’ Vanzan); Tenkorang (76’ Giunta), Bontà, Candellori; Vitali (62’ Parigi), Rossetti, Di Francesco (62’ Liguori).
ALL.: Cudini
BARI: Frattali; Mallamo, Maita (88’ Lollo), Terranova, Gigliotti; D’Errico (70’ Bianco), Mazzotta, Belli; Botta (77’ Marras); Antenucci (88’ Di Cesare), Cheddira (78’ Paponi).
ALL.: Mignani
ARBITRO: Feliciani di Teramo
Assistenti: Miniutti di Maniago e Tinello di Rovigo.
MARCATORI: 4’ Terranova (B), 42’ Rossetti (rig.) (C), 54’ Antenucci (B), 77’ Cheddira (B).
Note: ammoniti Maita, Botta, Bianco (B), Bontà (C). Presenti circa 5mila spettatori di cui 400 da Bari.

Più informazioni su