Quantcast

All’Unilever si produrrà plastica riciclata, Federico (5S): “Inizia un percorso virtuoso”

Nei prossimi due anni il processo di riconversione della fabbrica di Pozzilli in cui lavorano 400 operai. Soddisfatto il parlamentare M5S: "Il Molise può diventare un punto di riferimento sulla transizione ecologica"

La P2P produrrà plastica riciclata nello stabilimento Unilever di Pozzilli: questa la seconda ‘vita’ della fabbrica che garantisce un posto di lavoro a 400 lavoratori. L’accordo raggiunto è importante non solo per la salvaguardia dei livelli occupazionali, ma anche per un altro aspetto. “Il Molise può diventare un punto di riferimento sulla transizione ecologica”: ne è convinto il parlamentare pentastellato Antonio Federico.

“L’accordo sindacale che dà nuova vita alla Unilever di Pozzilli ha un valore importante per i lavoratori, per l’occupazione di tutta la regione e per le politiche industriali dell’intero Paese”, commenta il deputato. “Comincia un nuovo percorso al centro del quale c’è un progetto di riconversione industriale che trasformerà lo stabilimento di Pozzilli in uno dei più avanzati siti in Europa per la produzione di plastica riciclata, un punto di riferimento per l’intero Sud Italia, perché sarà l’unico in grado di recuperare materiale plastico misto da post-consumo che altrimenti sarebbe destinato agli inceneritori o alle discariche.
E questo percorso comincia con i passi giusti: salvaguardia dei livelli occupazionali diretti e dell’indotto, dato che l’accordo sancisce il passaggio nella nuova società di tutti gli attuali dipendenti, transizione ecologica del sito verso una produzione di plastica riciclata attraverso le tecnologie più avanzate del settore, supporto finanziario e investimenti sulla riqualificazione dei lavoratori.
Ora è importante che la P2P, la nuova società che gestirà la riconversione del sito nei prossimi due anni, continui nello stesso solco tracciato e le premesse per fare bene ci sono tutte”.

Federico ricorda di aver seguito tutti i Tavoli di confronto aperti al Ministero dello Sviluppo: “In questi mesi ho seguito tutti i Tavoli di confronto aperti al Ministero dello Sviluppo, puntando sempre sulla mediazione tra azienda, sindacati e rappresentanti dell’indotto, e oggi posso dire che il futuro dello stabilimento Unilever può avere valore regionale ed extraregionale. Questo perché definisce la salvaguardia di circa 400 lavoratori, ma anche perché ha il potenziale necessario a rendere Pozzilli e il Molise leader nel settore dell’economia circolare in Italia ma non solo.
E se oggi possiamo parlare di futuro e occupazione, peraltro con il pieno accordo di tutte le parti, è perché si è lavorato ad ogni livello istituzionale. Per questo – conclude Federico – ringrazio la viceministra allo Sviluppo economico Alessandra Todde, che ha sempre garantito supporto sia tecnico che politico, i portavoce del Movimento 5 Stelle in Consiglio regionale, i sindacati, i rappresentanti dell’azienda e della Regione”.