Quantcast

Palermo-Campobasso, chi si rivede: in B c’è uno storico 4-1 in favore dei Lupi…

Una sfida per certi versi amarcord che vedrà contrapposte due formazioni che non arrivano in forma: i rossoblù hanno perso, i siciliani pareggiato col Monterosi. In passato le sfide si sono svolte in serie B e in C1 il bilancio è in equilibrio: due vittorie per parte oltre a quattro pareggi. Nel 2000 un incrocio in Coppa Italia che premiò i rosanero.

Una partita che fa riaprire il cassetto dei ricordi, che riaccende sopite sfide che affiorano da un passato lussureggiante. Palermo-Campobasso, e non è una casualità, si è giocata in gare di campionato in serie B e in C1. Per quattro stagioni: 1982-1983, 1983-1984, 1985-1986 e 1988-1989. I migliori anni della nostra vita, direbbe qualcuno. Ed è proprio così…

Occhio, però: solo da qualche mese si è riconquistata la serie C unica, ed è tanta roba. Anche perché proprio in terza serie son tornate quelle sfide che solo a nominarle emozionano. Domani, alle ore 18.00, si affrontano al ‘Barbera’ due squadre non in formissima: i Lupi devono digerire ancora la sconfitta casalinga con l’Andria, i palermitani non sono soddisfatti per il punticino preso col Monterosi.

Spulciando tra i meandri delle B anni ottanta viene fuori un bilancio di precedenti favorevole ai Lupi che ne hanno vinto due, pareggiate tre e persa solo una. L’ultima volta finì in trionfo per il Campobasso che rifilò un poker (4-1) ai rosanero targato Perrone, Vagheggi (doppietta) e Goretti. Accadeva 35 anni fa, il 25 maggio del 1986. All’andata era terminata 0-0 in Sicilia.

L’anno precedente De Biasi, poi allenatore di calcio, decise la contesa al 92’ a Palermo, ci pensò Oscar Tacchi nel capoluogo molisano a rimettere le cose a posto qualche mese dopo. Infine, nel 1982-1983 doppio pareggio: doppio 1-1 tra andata e ritorno. In C1, nel 1988-1989, all’andata 0-0 a Campobasso, al ritorno 1-0 per il Palermo.

In realtà l’ultimissimo confronto è del 2000, quando in Coppa il Palermo si impose a Campobasso di misura in gara 1 tremando nella seconda sfida grazie a Corona. Poi il gol decisivo siciliano al termine dei tempi supplementari.

Tornando ai giorni nostri, Mirko Cudini ritroverà il terzino Fabriani, che ha scontato le tre giornate di squalifica. Niente da fare ancora per gli infortunati Ladu (si spera di riaverlo intorno a metà ottobre, ndr) e Parigi, che dovrebbe tornare in gruppo a giorni. In dubbio la presenza di Menna, il favorito al centro della difesa è Magri.

L’incontro sarà arbitrato dal signor Gabriele Scatena della sezione di Avezzano, assistito da Cataldo di Bergamo e Stringini di Avezzano. Quarto ufficiale, Fichera di Milano. Alcune decine di tifosi rossoblù saranno presenti sugli spalti, dimostrando ancora una volta l’attaccamento ai colori della propria città.