Quantcast

Lupi in buona compagnia: 5 punti come Foggia, Palermo e Messina. Cudini: “Prova di sostanza”

Il pareggio di Castellammare di Stabia conferma l’inizio positivo del Campobasso che finora ha steccato solo contro il Taranto ed è imbattuto nelle tre trasferte affrontate. Il tecnico è soddisfatto ma chiede “maggiore lucidità nelle ripartenze, possiamo e dobbiamo a far male alle difese avversarie”.

Cinque punti in quattro partite, quattro gol e altrettanti subiti. La partenza del Campobasso in serie C è buona, può considerarsi soddisfacente. In primis, perché l’impatto con la categoria superiore è sempre un’incognita e bisogna riconoscere che la squadra non ha smarrito la personalità acquisita negli ultimi due anni. E poi si affrontavano in trasferta due tra le migliori del campionato, ovvero Avellino e Juve Stabia, e in entrambi i casi si è raccolto un pareggio.

L’unica vittoria è arrivata a Viterbo contro il Monterosi mentre in casa si attende di rompere il ghiaccio dopo l’unica partita giocata contro il Taranto e persa in modo sicuramente immeritato. Ecco perché è già aperta la caccia alla Fidelis Andria, prossima avversaria dei Lupi a Selvapiana. I pugliesi al momento chiudono la classifica a due punti in compagnia della Vibonese.

I rossoblù tra l’altro sono in nobile ‘comitiva’: a quota 5 ci sono anche le blasonate Palermo, Foggia e Messina, oltre che le ripescate Latina e Picerno. È chiaro che il quadro è in evoluzione e la classifica sarà più delineata fra un mese, ma l’avvio dice che il Campobasso non è affatto inferiore, finora, alle rivali affrontate.

“Al di là del punto preso, credo sia stata una prestazione di sostanza – dice mister Cudini a commento del pareggio di sabato sera –. Qualitativamente nel secondo tempo non è stata molto buona, nel primo abbiamo fatto qualcosina in più ma devo dire che i ragazzi hanno saputo soffrire, hanno saputo fare una fase di non possesso buona e ordinata. Abbiamo rischiato poco, questo era il nostro obiettivo”.

Il tecnico chiede però “un po’ di lucidità in più, è un aspetto su cui lavorare e migliorare ma, ripeto, faccio i complimenti alla squadra perché è stata una partita di sostanza su un campo difficile, abbiamo saputo gestire i novanta minuti in uno stadio importante come quello di Castellammare contro una squadra importante”.

FOTO SS JUVE STABIA