Quantcast

L’estate dell’Aut Aut Festival: 18 eventi in 9 comuni e un gran lavoro di rete. “Fare impresa con la cultura si può”

Si è conclusa ieri, 5 settembre, a Campomarino la stagione estiva dell'Aut Aut Festival. Una edizione di successo. Ecco i numeri

18 date: dal 27 giugno al 5 settembre. 18 autori: Gianmarco Galuppo, Annalisa Marinelli, Nicola Mastronardi, Francesca Capozza, Pierpaolo Lala e Rocco Luigi Nichil, Paola Chimisso, Flavia Piccinni e Carmine Gazzanni, Charles Papa, Luca Bottura, Stefano Sabelli, Ettore Marinelli, Gulio Costanzo, Giorgio Paglione, Nicola Mariuccini, Vera Gheno, Simonetta Tassinari.

13 partner, 10 location, 9 Comuni: Termoli, Campomarino, Campobasso, Castel San Vincenzo, Guglionesi, Ferrazzano, Portocannone, Guglionesi e Larino.

3 cantine: Tenute Martarosa e Cantina di Vito di Campomarino, Cantine D’Uva di Larino. 3 media partner: primonumero.it, termolionline.it e ZonaRossaWeb. 2 librerie: Libreria Fahrenheit di Termoli e Giunti al Punto di Campobasso.

Ma anche centinaia di chilometri sulle strade del Molise e tantissime persone presenti agli eventi.

Questi alcuni dei numeri dell’edizione estiva di Aut Aut Festival che si è chiusa ieri sera (5 settembre) con la presentazione del libro di Carmine Gazzanni e Flavia Piccinni ‘Storia di una scomparsa’ a Campomarino a Palazzo Norante.

Un successo, quello della rassegna culturale, sottolineato anche dall’assessore alla Cultura del Comune di Campomarino Michele D’Egidio che nel voler sottolineare le condizioni particolarmente difficili in cui le pubbliche amministrazioni hanno dovuto programmare gli eventi estivi ha ringraziato più volte la curatrice dell’Aut Aut Festival, la giornalista Valentina Fauzia, per aver portato ben sei eventi a Campomarino e ha auspicato a che la collaborazione possa durare anche in futuro.

“La stagione estiva dell’Aut Aut Festival si conclude qui, a Campomarino, dove tutto è iniziato lo scorso 27 giugno – ha detto Valentina Fauzia nel salutare il pubblico che anche ieri sera ha riempito Palazzo Norante -. Quella che ci lasciamo alle spalle è stata una straordinaria stagione di eventi che hanno permesso a tanti molisani e turisti di scoprire il Molise attraverso gli autori e le location che hanno ospitato il festival in ogni parte del Molise”.

La curatrice dell’Aut Aut Festival ha ringraziato tutti i partner presenti e quanti hanno sostenuto e lavorato incessantemente anche dietro le quinte per realizzare i vari eventi.

“Si è creata una grande sinergia tra tutte le persone che credono in questo festival e nella cultura e questa è una grande soddisfazione ed un chiaro segnale che il Molise desidera dare spazio alla cultura e può fare impresa con la cultura. Gli eventi della stagione estiva si chiudono qui ma l’Aut Aut Festival ha in serbo ancora tante sorprese per i molisani e per tutti coloro che continueranno a seguirci”.