Quantcast

La ripartenza dopo il Covid al Liceo di Guglionesi, una delle scuole più gettonate

Con i suoi 390 studenti il liceo Pedagogico e Linguistico e delle Scienze umane di Guglionesi è uno degli istituti controcorrente, che quest’anno ha fatto incetta di iscritti riuscendo a realizzare ben 5 classi prime, ognuna da circa 20 studenti.

In quella che prima era la scuola elementare di Piazza Indipendenza, adeguata alle nuove esigenze dall’amministrazione comunale del sindaco Mario Bellotti, gli spazi sono garantiti a sufficienza e il suono della prima campanella è avvenuto senza problemi, con una scrupolosa osservanza delle regole di distanziamento igienizzazione, mascherina e, naturalmente, controllo del certificato verde per tutti quelli che hanno messo piede nell’istituto coordinato dalla preside Patrizia Ancora.

“Qui – come ha sottolineato la dirigente nel suo saluto alle classi prime avvenuto nel refettorio – non ci sono insegnanti né collaboratori sprovvisti di vaccino e questo costituisce un ulteriore segnale di sicurezza e serenità per un anno che tutti auspicano possa avvenire in presenza dall’inizio alla fine”.

Emozionato anche il primo cittadino Mario Bellotti che è stato accompagnato dall’assessore all’Istruzione, Stefania Addesa nel breve discorso di benvenuto agli studenti.

“Una emozione diversa quest’anno, intensificata dalla fiducia per un ritorno alla normalità e dalla stretta vicinanza dell’amministrazione a quelle che sono le esigenze e le scommesse di una scuola che, oltre alla formazione, garantisce anche un rilancio del territorio e mette al centro di una vasta zona bassomolisana un istituto capace di offrire una prospettiva concreta ai giovani”.

Gli studenti, infatti – come hanno rivelato loro stessi – arrivano non solo Guglionesi ma anche da Termoli, San Martino in Pensilis, Portocannone, Campomarino, e finanche da Vasto.

scuola guglionesi studenti

 

IL MESSAGGIO DI BUON ANNO DEL SINDACO MARIO BELLOTTI

Condivido con voi l’emozione sempre uguale del primo giorno di scuola e Auguro un buon anno scolastico alla Preside, a tutto il personale docente e non docente dell’Istituto Omnicomprensivo di Guglionesi, composto dalla scuola per l’infanzia, dalla scuola primaria di I Grado, dal Liceo Economico Sociale, dal Liceo Linguistico e dal Liceo delle Scienze Umane e soprattutto un grande augurio di buon anno scolastico agli alunni e ai genitori che, finalmente, dopo tanti mesi di lezioni a distanza, vedono i loro figli ritornare sui banchi di scuola in presenza.

Abbiamo scoperto l’importanza che ha lo svolgimento dell’attività scolastica in presenza, perché la scuola è fatta anche di socialità, di confronto e di scambio che avvengono attraverso contatti umani reali e non virtuali; la scuola deve anche insegnare a vivere tra e con la gente.

Abbiamo però imparato che ciò non è scontato e dobbiamo a tutti i costi e in tutti i modi far si che non si torni indietro!

Quindi ancora di più dobbiamo stare attenti ad adottare tutte quelle precauzioni sanitarie che in questi anni abbiamo imparato a conoscere, e cioè lavarsi e igienizzare spesso le mani, evitare gli assembramenti e seguire scrupolosamente altre misure specifiche per chi frequenta gli ambienti scolastici.

Se rispettiamo queste misure precauzionali, insieme con la somministrazione del vaccino, che per ora resta, voglio ricordarlo ancora, l’antidoto più efficace per combattere il Covid-19, possiamo ben sperare di superare definitivamente la pandemia e tornare alla vita normale ad una vita umana.

Nel tempo, abbiamo visto la nostra scuola di Guglionesi crescere in qualità e in quantità dell’offerta formativa, e stanno a dimostrarlo i numeri sempre crescenti di iscrizioni al nostro Liceo, segno inequivocabile dell’alta professionalità degli insegnanti e delle capacità dimostrate dalla dirigente scolastica.

Se abbiamo raggiunto questi livelli, il merito è principalmente loro; poi, certamente, questa amministrazione non è stata a guardare, ma ha cercato di favorire in tutti i modi possibili questa crescita fornendo spazi confortevoli e sicuri,

mettendo a disposizione della scuola un teatro comunale, sia per svolgere manifestazioni ed eventi, sia per assistere ad eventi culturali proposti dal Comune, come abbiamo fatto prima che scoppiasse l’emergenza sanitaria, ma che siamo pronti a riproporre da quest’anno,

e infine, voglio ricordarlo ancora, che questa Amministrazione da quando è in carica, attraverso il tagli delle proprie indennità di funzione, eroga ogni anno 5.000 euro in borse di studio in favore dei ragazzi più meritevoli.

Saremo sempre a vostro fianco, convinti più che mai dell’importanza della cultura e della formazione scolastica, come un ospedale cura il corpo, la scuola, la cultura cura la mente e lo spirito e rende una comunità migliore.

Buon anno scolastico