Quantcast

Villa dei Cannoni senza pace: la fontana vandalizzata prima dell’inaugurazione dopo il restauro

A giorni sarebbe stata restituita al pubblico. Ignoti l'hanno trasformata in bersaglio per massi che hanno distrutto l'impermeabilizzazione

Restaurata da poco, a giorni doveva essere inaugurata e riconsegnata ai suoi cittadini. Ma ancor prima che la fontana di Villa Musenga (cosiddetta villa dei Cannoni) fosse restituita a Campobasso, i vandali (per definirli con un eufemismo) hanno distrutto l’intera impermeabilizzazione appena realizzata.

Lo hanno fatto scagliando massi da lontano fino ad annientare tutti gli interventi di ristrutturazione eseguiti dagli operatori della Sea negli ultimi tempi.

Il recupero della fontana era stato voluto dall’amministrazione comunale per valorizzare una parte del patrimonio pubblico che appartiene alla città. E l’azione di manutenzione ordinaria e straordinaria aveva riguardato anche la completa sostituzione della guaina impermeabile che ora, dovrà essere nuovamente ripristinata.

La scoperta l’hanno fatta questa mattina proprio gli operatori della Sea che tornati in villa Musenga per controllare se l’impianto idraulico fosse entrato regolarmente in funzione hanno visto sul fondo della vasca diversi massi che avevano danneggiato l’impermeabilizzazione.

Rammaricata l’avvocato Stefania Tomaro, amministratore unico di Sea: “Si tratta di un comportamento molto grave se si pensa che la fontana versava da tempo in stato di abbandono e in questi giorni, grazie all’intervento dell’amministrazione e all’impegno dei nostri operatori, ha beneficiato di una manutenzione straordinaria che avrebbe portato all’inaugurazione entro pochi giorni e restituito il bene alla comunità. Chiaramente questi atti vandalici, anche se ci sconfortano, non ci abbattono: siamo sicuri che la maggioranza dei nostri concittadini condanna questo gesto e come noi crede in una città rispettosa e attenta all’ambiente e al bene comune”.