Quantcast

Tragedia di Ferragosto, alcol test per il 19enne alla guida. Si indaga anche su video Instagram

Il 19enne studente sarebbe risultato positivo al test alcolemico e risulta indagato per lesioni gravissime, ma la sua posizione è legata alle condizioni della 16enne. Da un filmato sui social possibili indizi sull'accaduto

È sotto indagine il giovane di 19 anni che guidava la Mini Country sulla quale viaggiava V.C., la ragazza appena sedicenne di cui è stata dichiarata la morte cerebrale all’ospedale di Pescara in seguito alle ferite riportate nell’incidente di domenica pomeriggio 15 agosto sulla provinciale 51 che collega Termoli a Petacciato.

Il giovane è stato sottoposto sia al test tossicologico che a quello alcolemico, come da prassi in questi casi. I risultati – sul cui esito gli inquirenti al momento non si pronunciano – sono dirimenti per le decisioni del giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Larino sulla sua posizione. Ma da quanto emerge l’alcol test avrebbe dato esito positivo.

Attualmente il ragazzo, studente termolese fuori sede, è indagato per lesioni gravissime. Un capo di imputazione che tuttavia potrebbe subire una modifica in considerazione delle condizioni della 16enne per la quale è stata dichiarata la morte cerebrale.

Al vaglio della Polizia che sta svolgendo le indagini potrebbe esserci anche un video girato dal ragazzo di 17 anni che era sul lato passeggero e che è rimasto ferito in maniera non grave nell’incidente, al pari del guidatore. Il filmato, realizzato al termine di un Ferragosto trascorso insieme con altri amici e della stessa vittima, è stato postato sul social Instagram tramite le cosiddette Storie, e mostra i due ragazzi in auto a forte velocità proprio sulla strada in cui è avvenuto l’incidente ma sarebbe precedente, non si sa bene di quanto, rispetto al momento del ribaltamento.

L’auto si è ribaltata all’altezza di un curvone nelle vicinanze dell’ingresso del noto ristorante ‘Villa Livia’, un tratto di strada che in passato è stato teatro di numerosissimi incidenti, anche molto gravi.

La 16enne era invece seduta sul sedile posteriore della vettura e le sue condizioni sono apparse subito molto gravi. Prima il trasporto in urgenza all’ospedale di Termoli e poi il trasferimento a Pescara e poche ore dopo quest’ultimo il responso dei medici: per la giovane è stata dichiarata la morte cerebrale. Troppo grave il trauma cranico riportato.